Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Se sei musulmana non ti posso servire una Coca Cola

Immagine di copertina

Una donna musulmana, a bordo di un volo della United Airlines, si è vista negare una lattina di Coca Cola chiusa, per la paura che potesse usarla come arma

Con la motivazione che “avrebbe potuto usarla come arma”, una donna musulmana che viaggiava su un volo della United Airlines si è vista negare una lattina di Coca Cola chiusa, nonostante avesse chiesto che le venisse servita ancora sigillata per motivi igienici.

La protagonista dell’episodio si chiama Tahera Ahmad ed è la direttrice di un corso alla Northwestern University, a Chicago. Il 26 maggio stava volando da Chicago a Washington per partecipare a una conferenza.

L’episodio, secondo Ahmad, è un caso lampante di islamofobia. L’hostess infatti aveva appena servito una birra in lattina non ancora aperta all’uomo seduto accanto a lei.

La donna si è subito sfogata scrivendo un post su Facebook, diventato presto virale e condiviso da migliaia di persone. Alcuni attivisti musulmani hanno definito l’episodio un “ingiustificabile esempio di bigotteria” e hanno proposto di boicottare la compagnia aerea.

Nel suo sfogo, Ahmad dice che l’hostess aveva un atteggiamento “chiaramente discriminatorio”. Dopo averle detto: “Non vuoi la lattina aperta? Allora niente Coca Cola per te”, l’hostess ha aggiunto: “Non siamo autorizzati a dare lattine ancora chiuse, perché potrebbero essere usate come arma”.

La situazione è peggiorata quando Ahmad si è rivolta agli altri passeggeri, sperando mostrassero solidarietà. Un uomo seduto vicino le ha detto: “Tu sei musulmana, quindi stai zitta. Sappiamo che la useresti come un’arma, quindi tappati quella c*** di bocca”.

Ahmad ha ricevuto in seguito le scuse della compagnia aerea e dell’hostess, che ha ammesso di essersi comportata in modo poco professionale.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Navalny, ultimatum alla madre: funerale segreto o sepoltura in carcere
Esteri / Ucraina: gli Usa annunciano la più grande serie di sanzioni contro la Russia dall’inizio della guerra
Esteri / Germania: via libera dal Bundestag alla liberalizzazione della cannabis
Ti potrebbe interessare
Esteri / Navalny, ultimatum alla madre: funerale segreto o sepoltura in carcere
Esteri / Ucraina: gli Usa annunciano la più grande serie di sanzioni contro la Russia dall’inizio della guerra
Esteri / Germania: via libera dal Bundestag alla liberalizzazione della cannabis
Esteri / È nata un’app di incontri riservata a persone molto benestanti: come funziona “Score”
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: “Lanceremo una nuova controffensiva”
Esteri / Spagna, incendio brucia un mega-condominio a Valencia: 4 morti, 14 feriti e 14 dispersi
Esteri / Israele, Netanyahu presenta il suo “Piano per il dopo Hamas” a Gaza. Ecco cosa prevede
Esteri / Israele chiede all'Onu di intervenire contro Hezbollah, "o lo faremo noi". Germania: vittime palestinesi denunciano il cancelliere Scholz per "complicità in genocidio"
Esteri / I Paesi Baltici annunciano un’area di difesa comune, Grigore-Kalev Stoicescu a TPI: “Siamo pronti a difenderci dalla Russia”
Esteri / Due anni di guerra e un’America sempre più lontana: l’Europa è al bivio