Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Iraq, il governo olandese ha ammesso la morte di 70 persone in un raid del 2015

Immagine di copertina
Immagine di repertorio

Tra le vittime ci furono anche civili

Iraq, il governo olandese ha ammesso la morte di 70 persone in un raid del 2015

Il governo dei Paesi Bassi ha reso noto oggi, lunedì 4 ottobre 2019, il bilancio di un raid aereo condotto nel 2015 contro una postazione ritenuta una fabbrica di bombe dell’Isis. L’episodio è avvenuto a Hawija, 45 chilometri a ovest della città di Kirkuk e a nord di Baghdad, nell’Iraq settentrionale. In quell’occasione, morirono circa 70 persone, tra cui civili.

Lo ha reso noto il ministro della Difesa olandese, Anna Bijleveld-Schouten, in un lettera indirizzata al parlamento olandese. Nella lettera, il governo  ha ammesso che il numero di vittime del raid in Iraq fu più alto di quanto preventivato, anche a causa di una serie di esplosioni degli ordigni immagazzinati nell’edificio.

“Non avevamo previsto la morte di civili perché non c’erano civili nell’area vicino all’obiettivo”, ha spiegato Bijleveld-Schouten. Tuttavia, “dopo il raid ci sono state diverse esplosioni secondarie che non si potevano prevedere”, ha aggiunto. “Ciò ha causato la distruzione di un gran numero di altri edifici”, ha spiegato la donna.

In totale, tra ottobre 2014 e 2018, i caccia olandesi che hanno preso parte alla coalizione anti Isis hanno condotto circa 2.100 missioni in Iraq.

Leggi anche:
Iraq, il presidente Salih apre a elezioni anticipate. Uccise 250 persone da inizio proteste
Iraq, un generale iraniano a Baghdad per sedare proteste
Proteste in Iraq, uomini mascherati sparano sui manifestanti: 22 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Ti potrebbe interessare
Esteri / Lumache giganti invadono il Sud della Florida: una città in quarantena
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Occidente non permette la pace”. Kiev: “Negoziati solo dopo cessate il fuoco”
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere