Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’esercito iracheno ha colpito un convoglio dell’Isis

Immagine di copertina

Il ministero degli Interni iracheno ha dichiarato di aver ucciso diversi esponenti dello Stato islamico, tra cui il leader Abu Bakr al-Baghdadi. Per ora nessuna conferma

L’esercito iracheno ha dichiarato di aver colpito il convoglio del leader dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi, a mezzogiorno di domenica 11 ottobre. L’attacco sarebbe avvenuto nella provincia di Anbar, in Iraq, vicino al confine con la Siria.

Fonti mediche hanno poi dichiarato che diversi esponenti dello Stato islamico erano effettivamente tra le vittime colpite, ma anche che non c’era alcuna traccia di al-Baghdadi tra le persone rimaste uccise nell’attacco.

Secondo quanto riportato da un comunicato del ministero degli Interni iracheno, il convoglio dell’Isis colpito dalle forze armate era diretto a Karbala, a 100 chilometri a sudovest della capitale Baghdad, per presenziare a un incontro con altri leader dell’Isis.

Non c’è stato alcun commento ufficiale da parte dell’Isis, anche se un addetto stampa ha accusato il governo di Baghdad di aver diffuso le notizie solo per incoraggiare le truppe dell’esercito iracheno.

Nel 2014 il ministero degli Interni iracheno ha affermato in due occasioni di aver colpito al-Baghdadi: lo scorso marzo per mezzo di un attacco aereo sulla città irachena di Al-Qaem e di nuovo a novembre. Ma nessuna di queste notizie era poi mai stata confermata.

Nell’ottobre 2011 gli Stati Uniti hanno ufficialmente definito al-Baghdadi come terrorista e hanno offerto una ricompensa pari a 7,3 milioni di euro in cambio di informazioni che possano portare alla sua cattura o consentirne l’uccisione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Aiea: “L'Iran domenica ha chiuso gli impianti nucleari per sicurezza”. Media: “Hamas disposto a rilasciare 20 ostaggi per la tregua”
Esteri / Stati Uniti, Trump: “Il mio processo è un attacco all’America”
Esteri / Iran a Onu invoca il diritto all’autodifesa. Macron: “Risposta sproporzionata. Isolare Teheran e aumentare le sanzioni”. Media: "Israele risponderà all’Iran, ma senza scatenare una guerra regionale"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Aiea: “L'Iran domenica ha chiuso gli impianti nucleari per sicurezza”. Media: “Hamas disposto a rilasciare 20 ostaggi per la tregua”
Esteri / Stati Uniti, Trump: “Il mio processo è un attacco all’America”
Esteri / Iran a Onu invoca il diritto all’autodifesa. Macron: “Risposta sproporzionata. Isolare Teheran e aumentare le sanzioni”. Media: "Israele risponderà all’Iran, ma senza scatenare una guerra regionale"
Esteri / Attacco dell'Iran a Israele: ecco cosa è successo sui cieli del Medio Oriente
Esteri / A Gaza oltre 33.700 morti dal 7 ottobre. Idf colpiscono Hezbollah in Libano. L'Iran: "Non esiteremo a difendere ancora i nostri interessi". La Casa bianca: "Non vogliamo una guerra". L'appello del Papa: "Basta violenza!". Il G7 convocato da Meloni: "Evitare un'ulteriore escalation nella regione". Israele non ha ancora deciso se e quando rispondere all'attacco di Teheran
Esteri / Iran: Pasdaran abbordano una nave "collegata a Israele" | VIDEO
Esteri / L’ex ambasciatore Usa era una spia a servizio di Cuba: “Condannato a 15 anni di carcere”
Esteri / Australia, accoltella i passanti a Sydney: 6 morti. La polizia: "Non è terrorismo"
Esteri / Usa: Biden interrompe il suo viaggio in Delaware e torna a Washington. Israele chiude le scuole
Esteri / Hong Kong: il portoghese Joseph John è il primo europeo incarcerato ai sensi della legge sulla sicurezza nazionale cinese