Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’Iran ha rispettato l’accordo sul nucleare, Stati Uniti e Ue mettono fine alle sanzioni

Immagine di copertina

L'annuncio è stato diffuso dal direttore dell'agenzia internazionale per l'energia atomica

Sabato 16 gennaio 2016 il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Yukiya Amano ha annunciato che “l’Iran ha completato le fasi necessarie per avviare l’attuazione del piano congiunto di azione globale”.

L’annuncio è stato diffuso  dopo le verifiche effettuate sul terreno dagli ispettori internazionali, i quali hanno confermato in un rapporto che “Teheran ha messo a punto le misure previste dal documento firmato il 14 luglio 2014 a Vienna, che entrerà così in vigore”. 

L’accordo trascritto a Vienna fra la Iran e i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, Gran Bretagna, Cina, Francia e Russia, Stati Uniti, più la Germania, prevede il ridimensionamento delle attività nucleari iraniane, in cambio della rimozione delle sanzioni occidentali.

“L’Iran e l’Aiea entrano così in una nuova fase di relazioni. Questo è sicuramente un giorno significativo per la comunità internazionale. Mi congratulo con tutti coloro che hanno contribuito a rendere tutto ciò una realtà” ha ribadito il direttore generale dell’Agenzia delle Nazioni Unite in materia di energia nucleare.

(Qui sotto l’annuncio  in versione integrale del direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica. Credit: Aiea)

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce