Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:46
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente

Immagine di copertina

Instagram ha effetti devastanti sulla salute mentale degli adolescenti, peggiori di quelli provocati da Snapchat o TikTok. Facebook lo sa da tre anni, ma non fa niente per rimediare, anzi. A rivelarlo è un’inchiesta del Wall Street Journal che è entrato in possesso di un documento segreto, uno studio commissionato da Manlio Park sugli effetti che i social network hanno sulla psiche delle adolescenti. Stando ai dati della ricerca una ragazza su tre in possesso di un account Instagram sviluppa disturbi di percezione del proprio corpo. E tutti i gruppi analizzati hanno accusato spontaneamente il social di provocare loro angoscia e un aumento delle tendenze depressive.

Eppure la compagnia guidata da Mark Zuckerberg, che ha acquistato Instagram nel 2010, non è intervenuta per rimediare a un fenomeno così allarmante, minimizzando in pubblico l’impatto che la condivisione delle foto ha sulla psiche di milioni di giovani utenti. Presentando al Congresso l’idea di sviluppare una versione del social per i minori di 13 anni, a marzo del 2021 il fondatore di Facebook ha addirittura affermato che “l’utilizzo di app social per connettersi con altre persone può avere benefici positivi per la salute mentale”.

Invece, a quanto pare, è l’esatto contrario. I documenti – come scrive il reporter tecnologico che ha curato la lunga inchiesta del Wall Street Journal, Jeff Horwitz – mostrano anche che Facebook ha compiuto sforzi minimi per affrontare questi problemi. Il quotidiano del gruppo Murdoch accusa il colosso di Manlo Park di aver ignorato e secretato i risultati di cui era in possesso, ma alcuni commentatori osservano come la denuncia – che ha rivelato anche l’esistenza di una “White List” di personaggi pubblici a cui erano concesse azioni di condivisione vietati agli utenti normali – sia l’ultima puntata di una guerra che il gruppo di Rupert Murdoch sta conducendo contro il gruppo di Zuckerberg.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran, la minaccia della polizia per piegare la rivoluzione: “Useremo tutta la forza”
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran, la minaccia della polizia per piegare la rivoluzione: “Useremo tutta la forza”
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Esteri / Trionfo Meloni, esultano Orban e Le Pen: “Vittoria meritata”. Premier Borne: “Vigileremo sul rispetto dei diritti umani”