Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:46
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Essere pagati per andare in bagno

Immagine di copertina

Le autorità di una città indiana hanno deciso di pagare con una rupia gli abitanti che utilizzano i bagni pubblici, per combattere la minzione in luoghi aperti

Le autorità della città indiana di Ahmedabad, situata nello stato di Gujarat, nell’ovest del Paese, hanno deciso di pagare gli abitanti con una rupia ogni volta che utilizzano i bagni pubblici della città.

L’obiettivo è debellare un fenomeno molto diffuso, ovvero la minzione e defecazione all’aperto. Le autorità sperano che il pagamento rappresenti per i residenti un incentivo a utilizzare i bagni pubblici di Ahmedabad. 

Un funzionario addetto alla salute pubblica ha dichiarato che l’iniziativa verrà sperimentata inizialmente in 67 strutture pubbliche della città, dove a tutti gli utilizzatori dei bagni verrà data una rupia (1,4 centesimi di euro). Se il progetto dovesse riscuotere successo, verrà applicato in tutti i 300 bagni pubblici della città. 

Pravin Patel, un funzionario del comune di Ahmedabad, ha dichiarato che chi verrà colto in flagrante sarà identificato e incoraggiato a utilizzare un bagno pubblico e ritirare la sua rupia. 

“L’idea dietro a questo progetto è prevenire la defecazione all’aperto in parti della città in cui i residenti non utilizzano i bagni pubblici presenti” ha detto Patel.  

Nel 2014 il governo centrale, nell’ambito di una campagna volta a promuovere una maggiore igiene, annunciò un piano per controllare che le persone a cui precedentemente erano stati procurati dei gabinetti li stessero effettivamente utilizzando, inviando degli ispettori sanitari porta-a-porta. 

L’Unicef ha stimato che almeno 594 milioni di persone – circa la metà della popolazione indiana – defecano all’aperto, in particolare nelle zone più povere e rurali. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Timori Usa: “Hezbollah può sopraffare difesa aerea Israele”. Media: raid su Gaza, almeno 8 morti
Esteri / Le Nazioni Unite affidano all’Università Iuav di Venezia il progetto di ricostruzione di Gaza
Esteri / Wall Street Journal: “Solo 50 ostaggi israeliani ancora in vita, 66 sarebbero morti”. Hezbollah minaccia Cipro: “Pronti ad attaccare chi aiuta Israele”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Timori Usa: “Hezbollah può sopraffare difesa aerea Israele”. Media: raid su Gaza, almeno 8 morti
Esteri / Le Nazioni Unite affidano all’Università Iuav di Venezia il progetto di ricostruzione di Gaza
Esteri / Wall Street Journal: “Solo 50 ostaggi israeliani ancora in vita, 66 sarebbero morti”. Hezbollah minaccia Cipro: “Pronti ad attaccare chi aiuta Israele”
Esteri / Netanyahu agli Usa: “Stop al blocco delle armi”. Tensioni tra Israele e Libano, approvati e validati piani operativi per un’offensiva
Esteri / Bimba si sente male in volo e muore dopo l’atterraggio d’emergenza
Esteri / Inviato Usa: “Evitare una guerra più grande tra Israele e il Libano”. Media: “Almeno 17 morti in un raid di Israele sul campo profughi di Nuseirat”
Esteri / Netanyahu scioglie il gabinetto di guerra dopo l’uscita di Gantz, bombe su Gaza: almeno 6 morti
Esteri / Esplode un blindato a Rafah, muoiono 8 soldati israeliani
Esteri / Il G7 annuncia un prestito da 50 miliardi di dollari all’Ucraina ma l’Europa (e l’Italia) rischia di restare con il cerino in mano
Esteri / Il piano di pace di Putin: "Kiev si ritiri da 4 regioni e rinunci ad aderire alla Nato". Secco no da Usa e Stoltenberg