Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La camicia si impiglia nella scala mobile: 48enne muore strangolato

Immagine di copertina

Tragico episodio a New York. Un uomo di 48 anni è morto strangolato dalla sua stessa camicia, rimasta incastrata nelle scale mobili della metropolitana.

Teatro dell’assurda morte: la fermata dell’undeground a Longwood, nel Bronx, dove la vittima si era presentata all’alba di domenica scorsa (14 ottobre 2018).

Scena a cui hanno assistito altri viaggiatori che hanno, ovviamente, immediatamente allertato i soccorsi.

Una volta sul posto i poliziotti e i medici hanno provato disperatamente a soccorrere l’uomo il cui corpo, privo di sensi, era stato trascinato per il collo fino in cima alla scala con la camicia incastrata tra gli ingranaggi della scala.

Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta, anche se tutto lascia propendere per la tragica fatalità.

Nel video delle telecamere della stazione – non rilasciato ai media per la crudezza delle immagini – infatti si vede nitidamente l’uomo che cerca disperatamente di divincolarsi dalla stretta, che rapidamente lo soffoca lasciandolo esanime, con la bocca spalancata, mentre tutto intorno accorrono persone nel disperato tentativo di aiutarlo.

Una morte atroce sopraggiunta in una ventina di secondi o poco più. A nulla è servito tagliare via con le forbici la stoffa arrotolata attorno alla nuca e caricarlo sull’ambulanza: Carlos Alvarez, 48 anni, un lavoratore pendolare residente nel quartiere newyorkese vicino alla fermata, è giunto al Lincoln Hospital già morto.

Un incidente assurdo anche se non è la prima volta che qualche cittadino americano perde la vita sulle scale mobili delle metro statunitensi.

All’inizio del mese, infatti, un anziano su una sedia a rotelle ha perso la vita a Washington. L’uomo, stufo di attendere l’ascensore, si è arrampicato sulla scala mobile ma, arrivato in cima, è precipitato all’indietro con tutta la carrozzina, morendo sul colpo.

Insomma, quando si prende una scala mobile, che sia a New York o in Italia, bisogna prestare attenzione. Molta attenzione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo