Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Impeachment contro Trump: la Casa Bianca ha rilasciato la trascrizione della telefonata con Zelenskij

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 25 Set. 2019 alle 16:26 Aggiornato il 31 Ott. 2019 alle 23:03
73
Immagine di copertina
Credits: AFP

Impeachment contro Trump: la Casa Bianca ha rilasciato la trascrizione della telefonata con Zelenskij

La casa Bianca ha rilasciato una trascrizione di parte della telefonata intercorsa tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il presidente dell’Ucraina Volodimir Zelenskij, per la quale Nancy Pelosi ieri 24 settembre ha annunciato l’avvio di un’inchiesta per impeachment, procedura che dovrà essere approvata dalla Camera del Congresso.

Nella telefonata stando alle informazioni trapelate, Trump avrebbe chiesto a Zelenskij di contattare il ministro della giustizia Usa William Barr per discutere la possibile apertura di un’indagine per corruzione su Joe Biden e suo figlio.

Trump è accusato di aver fatto pressioni sul neo-leader dell’Ucraina Volodimir Zelenskij, ex comico eletto presidente nel maggio scorso, per fare in modo che venisse aperta un’indagine sul licenziamento del magistrato Viktor Shokin, che in Ucraina stava indagando “per corruzione” su una società del gas di cui faceva parte Hunter Biden, figlio dell’ex vice-presidente Usa Joe Biden. Al tempo dell’indagine Joe Biden era vicepresidente degli Stati Uniti nel governo Obama e secondo Trump avrebbe utilizzato il suo potere per “aiutare” il figlio. Al tempo Joe Biden era vicepresidente degli Stati Uniti nel governo Obama e secondo Trump avrebbe utilizzato il suo potere per “aiutare” il figlio.

La procedura di impeachment consiste nella rimozione di un pubblico ufficiale o di un membro del governo dal suo incarico e può anche essere rivolta contro il presidente degli Stati Uniti.

Nella storia degli Stati Uniti nessun presidente è mai stato cacciato per impeachment ma sono tre i casi arrivati a un passo dalla condanna: il presidente Andrew Johnson a causa del licenziamento del suo ministro della Guerra fu incriminato e poi assolto in Congresso, lo stesso accadde a Bill Clinton nel 1998 dopo lo scandalo della relazione con Monica Lewinsky. Nel caso del Watergate invece il presidente Nixon si dimise prima che la procedura di impeachment scattasse.

Impeachment contro Trump, Pelosi: “Al via l’indagine formale”. Lui: “Un aiuto per le elezioni”

73
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.