Me

Russiagate: procuratore Mueller non scagiona Donald Trump

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 30 Mag. 2019 alle 12:49 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:20
Immagine di copertina

Impeachment Trump: Mueller non scagiona presidente Usa su Russiagate | 

Impeachment Trump dichiarazioni Mueller Russiagate – “Se il presidente non avesse commesso crimini lo avremmo detto”: a dichiararlo è Robert Mueller, procuratore speciale che per più di un anno ha indagato sul Russiagate. Tuttavia, ha specificato Mueller, non sono state raccolte prove sufficienti per determinare un coinvolgimento di Donald Trump nella vicenda.

Mueller ha parlato per la prima volta della fine dell’inchiesta sulle presunte interferenze russe nella campagna elettorale del 2016.

Secondo il procuratore quello che è stato assodato è che “Ci sono stati sforzi molteplici e sistematici per interferire nelle nostre elezioni”.

Robert Mueller ha inoltre specificato che una eventuale richiesta di impeachment per Donald Trump spetta comunque al Congresso, sottolineando che lui non ha nessuna intenzione di testimoniare.

Le dichiarazioni di Mueller hanno rilanciato l’ipotesi di richiesta di impeachment tra i democratici dal momento che, come affermato dal procuratore, Trump non può ritenersi estraneo ai fatti pur non essendoci una prova chiave che lo incastri senza alcun dubbio.

Il presidente Usa Donald Trump dal canto suo ha commentato la vicenda su Twitter: “Come incriminare un presidente repubblicano per un reato che e’ stato commesso dai democratici? Caccia alle streghe!”.

La vicenda è comunque destinata ad avere ulteriori ripercussioni nell’immediato futuro visto anche l’avvicinarsi delle primarie democratiche in programma nel 2020.