Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’imitatrice di Hillary Clinton che ha commosso gli spettatori cantando Hallelujah

Immagine di copertina

Per la prima puntata del programma di satira Saturday Night Live, l'attrice Kate McKinnon ha aperto lo show cantando il classico di Leonard Cohen

Durante tutta la campagna elettorale per la presidenza degli
Stati Uniti, i telespettatori statunitensi hanno avuto modo di vedere l’attrice
Kate McKinnon impegnata ogni settimana nell’imitazione di Hillary Clinton all’interno
del Saturday Night Live, il programma
comico più noto d’America.

Nei suoi siparietti settimanali, che in un’occasione l’hanno
vista duettare anche con la vera Clinton, McKinnon ha usato l’abbigliamento, la
voce e il taglio di capelli per impersonare quella che secondo molti degli
spettatori del programma sarebbe diventata la prossima presidente degli Stati
Uniti, mentre il suo rivale Donald Trump veniva interpretato dall’attore Alec
Baldwin.

Qui un saggio delle loro capacità:

(L’articolo continua
in basso)

Dopo la vittoria del candidato repubblicano, avvenuta
martedì 8 novembre, in molti attendevano la nuova puntata del programma,
prevista sabato sera, per vedere come sarebbe stata rappresentata la notizia
dai due imitatori. Così nella serata di ieri 12 novembre, McKinnon è stata la
prima a mostrarsi di fronte alle telecamere prima ancora della sigla d’apertura
della trasmissione, e, vestita e pettinata come Hillary, è comparsa da sola al
centro della scena seduta di fronte a un pianoforte.

L’attrice ha quindi cantato e suonato dal vivo quella che è
probabilmente la canzone più nota di Leonard Cohen, Hallelujah, per ricordare il cantautore canadese scomparso questa
settimana e allo stesso tempo per esorcizzare con un brano di resistenza
spirituale la sconfitta.

Particolarmente adatti sono sembrati infatti gli ultimi
versi della canzone, che recitano: “Ho fatto del mio meglio, non era granché/Non
riuscivo a provare qualcosa, quindi ho provato a toccare/Ho detto la verità,
non sono venuto per prendervi in giro/E anche se è andato tutto storto/Starò in
piedi davanti al Dio della Canzone/Senz’altro sulla mia lingua se non un’Alleluia”.

Infine, si è rivolta al pubblico con la voce rotta dall’emozione
dicendo “Io non mi arrenderò, e nemmeno voi dovreste”.

Questa la clip dell’esibizione:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Ambasciata italiana a Mosca: “Italiani valutino se lasciare Russia”
Esteri / Germania: via al tetto al prezzo dell'energia, prevista spesa di 200 miliardi
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Ambasciata italiana a Mosca: “Italiani valutino se lasciare Russia”
Esteri / Germania: via al tetto al prezzo dell'energia, prevista spesa di 200 miliardi
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Esteri / L’uragano Ian lascia al buio Cuba e devasta la Florida: più di due milioni di persone senza corrente elettrica
Esteri / Gasdotto Nord Stream, scoperta quarta falla. Svezia: “Quarta falla causata da esplosione”
Esteri / Il principe George avverte il compagno di classe: “Stai attento, mio padre sarà Re”
Esteri / Biden sulle elezioni in Italia: "Non c’è da essere ottimisti"
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio