Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Ikea prova a salvare i rapporti di coppia con i nuovi mobili a incastro

Il nuovo metodo di montaggio senza chiodi né viti è stato implementato nella linea di scrivanie e tavoli Lisabo a partire dal 2017

Di TPI
Pubblicato il 15 Mar. 2017 alle 08:03 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:22
0
Immagine di copertina

Ikea presenta il suo nuovo sistema di montaggio a incastri, che non prevede l’utilizzo di viti né di chiodi. Un sospiro di sollievo per tutti coloro che trovano faticoso assemblare i pezzi dei mobili della nota azienda svedese.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Alle coppie capita spesso di litigare mentre si monta un mobile. “Pensi che io non ne sia capace?” è la frase tipo di queste situazioni. Il rapporto può veramente essere messo a dura prova, tanto che il quotidiano statunitense Wall Street Journal ha definito nel 2015 la serie di mobili a parete Liatorp di Ikea un “creatore di divorzi”.

Ma la nota azienda svedese ha deciso di intervenire, e propone un nuovo sistema di montaggio senza viti né chiodi per facilitare la costruzione di mobili, cassettiere e tavoli. Niente più liti né frustrazioni grazie al nuovo metodo che permette anche di risparmiare tempo: Jesper Brodin, capo dell’area approvvigionamento e fornitura di Ikea, afferma che per montare un tavolo si impiegheranno solo 3 minuti.

L’azienda svedese ha cominciato a impiegare il nuovo metodo già a partire dal 2017, nella linea di tavoli e scrivanie chiamata Lisabo.

L’innovativo sistema permette inoltre di montare e smontare i pezzi dei mobili senza rischiare di comprometterne la struttura integrale.

— LEGGI ANCHE: Cosa vogliono dire i nomi dei prodotti Ikea

— LEGGI ANCHE: La casa “portatile” di Ikea per i rifugiati che ha vinto il premio per il miglior design 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.