Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori e clienti

Immagine di copertina

Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori, sindacalisti e clienti

La filiale francese di Ikea è stata condannata al pagamento di una multa da un milione di euro per aver fatto spiare centinaia di persone tra dipendenti e anche clienti insoddisfatti tra il 2009 e il 2012. Il tribunale di Versailles ha condannato a pene detentive con la condizionale e al pagamento di multe anche diversi dirigenti. Tra questi l’ex amministratore delegato Jean-Louis Baillot, condannato al pagamento di una multa 50.000 dollari e a due anni di reclusione con la condizionale, mentre la procura aveva chiesto una condanna a tre anni, di cui uno da scontare in prigione.

Secondo il tribunale, dirigenti e direttori dei punti vendita di Ikea France hanno usato metodi illeciti per sorvegliare i propri dipendenti e in alcuni casi anche i propri clienti, ricorrendo a investigatori privati e anche agenti di polizia.

Il responsabile della gestione rischi, Jean-Francois Paris, ha dichiarato che l’azienda avrebbe destinato da 530.000 a 630.000 euro all’anno alle attività di sorveglianza, che secondo la procuratrice Pamela Tabardel hanno coinvolto 400 persone. Secondo Paris, condannato a un anno e mezzo di reclusione con la condizionale e al pagamento di una multa di 10.000 euro, il suo dipartimento agiva agli ordini dell’amministratore delegato Baillot. In un caso, citato da Afp, Paris avrebbe chiesto di sapere perché un dipendente a Bordeaux era improvvisamente diventato “un manifestante”.

Il caso era stato portato alla luce nel 2012 dalle denunce dei sindacati e in un’inchiesta pubblicata dal portale Mediapart e da Canard Enchaîné, portando poi all’apertura di un’indagine da parte delle autorità francesi. Ikea France aveva risposto allontanando quattro dirigenti, dichiarando all’apertura del processo lo scorso marzo di “condannare fermamente” le violazioni della privacy. Un avvocato di Ikea ha dichiarato ad Afp che il tribunale ha pronunciato “molte assoluzioni”, avendo “tenuto conto degli sforzi compiuti da Ikea France”.

Secondo quanto riporta Associated Press, la società dovrà affrontare cause civili presentate separatamente dai sindacati e 74 dipendenti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Esteri / Leverkusen, esplosione in un impianto chimico: almeno un morto. Le autorità: "Non uscite e tenete porte e finestre chiuse"
Ambiente / Il ceo di Philip Morris: “Favorevole al divieto totale di fumo entro il 2030”
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo