Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Hong Kong rilascia Chan Tong-kai, sospettato di omicidio. Dal suo caso sono iniziate le proteste di piazza

Immagine di copertina
Foto: Ansa / EPA / JEROME FAVRE

La vicenda del 20enne è all'origine della riforma contestata in questi mesi

Hong Kong rilascia Chan Tong-kai

Ad Hong Kong nelle stesse ore in cui il governo ritira formalmente la contestata e controversa proposta di legge pro-Cina, viene rilasciato il sospetto omicida Chan Tong-kai. Il caso di estradizione del 20enne residente nella ex colonia è stato all’origine dell’annunciata riforma che ha poi scatenato le proteste di piazza dei mesi scorsi.

Il giovane è sospettato in un caso di omicidio avvenuto a Taiwan. È stato rilasciato oggi, mercoledì 23 ottobre, in mattinata, da un carcere della Regione amministrativa speciale cinese di Hong Kong e ha annunciato di essere disposto a consegnarsi a Taiwan.

Ad aprile scorso Chan Tong-kai era stato condannato da un tribunale di Hong Kong per alcuni reati legati al riciclaggio di denaro e ha terminato di scontare la propria pena. Una volta uscito dal carcere, ha ammesso di aver commesso una serie di errori irreparabili, si è assunto ogni responsabilità, pentendosi delle proprie azioni.

Il 20enne ha fatto sapere di essere disposto a subire le conseguenze dei propri errori, commessi in maniera impulsiva, consegnandosi a Taiwan, dove sarà processato e sconterà la propria pena.

Nel febbraio 2018, il giovane ha ucciso la propria ragazza incinta durante un viaggio della coppia a Taiwan. È stato arrestato dalla polizia di Hong Kong a marzo dello scorso anno. Allora, il dipartimento di Giustizia della Regione amministrativa speciale cinese ha scoperto tuttavia di non avere prove sufficienti per incriminare Chan Tong-kai di omicidio, accusandolo così per una serie di altri reati oltre al riciclaggio di denaro.

All’inizio di quest’anno, il governo di Hong Kong ha proposto alcuni emendamenti all’ordinanza relativa all’estradizione dei latitanti proprio per affrontare il caso.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Migranti, ancora tensioni Francia-Italia: “Roma apra i suoi porti alle Ong, altrimenti niente ricollocamenti”
Esteri / Putin alle madri dei soldati russi: “I vostri figli sono eroi”
Esteri / “Tentò di violentarmi in un camerino”: giornalista americana denuncia Trump per violenza sessuale e diffamazione
Ti potrebbe interessare
Esteri / Migranti, ancora tensioni Francia-Italia: “Roma apra i suoi porti alle Ong, altrimenti niente ricollocamenti”
Esteri / Putin alle madri dei soldati russi: “I vostri figli sono eroi”
Esteri / “Tentò di violentarmi in un camerino”: giornalista americana denuncia Trump per violenza sessuale e diffamazione
Esteri / Criticava il regime sui social, arrestato in Iran l’ex star della nazionale Voria Ghafouri
Calcio / Così il Qatar si è “comprato” i Mondiali per spacciarsi come Paese aperto e moderno
Esteri / Esclusivo TPI – Mondiali Insanguinati: ecco le condizioni disumane di lavoro degli operai che hanno costruito gli stadi in Qatar
Esteri / Armi, gas e militari: così l'Italia si inchina all'emiro del Qatar
Esteri / Usa, genitori 24enni partono per New York e lasciano il figlio di 2 anni a casa da solo
Esteri / “Macron indagato per finanziamento illecito”: la rivelazione del quotidiano Le Parisien
Esteri / “Russia stato sponsor del terrorismo”: via libera del Parlamento Ue alla risoluzione