Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il presidente francese Hollande in visita a Calais promette di smantellare il campo profughi

Immagine di copertina

Il capo di stato ha assicurato che trasferirà i 9mila migranti che vivono in condizioni di squallore nella "Giungla" in altri centri di accoglienza in tutto il paese

Il presidente francese François Hollande ha visitato nella mattina di lunedì 26 settembre la città di Calais, nel nord della Francia, dove si trova la “Giungla”, il campo di migranti al centro di tensioni negli ultimi mesi.

Hollande appena arrivato ha dichiarato che il campo deve essere “completamente e definitivamente smantellato” e ha promesso di trasferire i 9mila migranti che vivono nella “Giungla” in condizioni di squallore in altri centri di accoglienza in tutta la Francia.

Il tema dei migranti e dello smantellamento del campo è già da mesi al centro della campagna elettorale francese. Il leader dei Repubblicani, Nicolas Sarkozy, ha preceduto Hollande di una settimana a Calais.

Hollande, arrivato in elicottero, ha cominciato la visita dalla gendarmeria, proseguita con incontri con i rappresentanti politici, delle associazioni e imprenditori.

Non è invece prevista una visita nella “Giungla”, ipotesi scartata per ragioni di sicurezza.

I residenti e i commercianti di Calais sono esasperati per la gestione del campo profughi, ma il presidente è stato criticato anche dalle associazioni per le condizioni in cui vivono i migranti, che lo stesso Hollande ha definito “inaccettabili”.

I lavori per smantellare la “Giungla” sono iniziati questa estate e Hollande ha come obiettivo di chiuderlo completamente entro la fine dell’anno in vista delle elezioni del 2017, in cui sicurezza e immigrazione saranno temi centrali.

Il sindaco di Parigi, la socialista Anne Hidalgo, ha annunciato che a Parigi aprirà ad ottobre il primo campo rifugiati della capitale per gestire l’emergenza dei tantissimi richiedenti asilo che vivono nelle strade della città. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Si è suicidato uno dei poliziotti che difesero Capitol Hill dall’assalto: è il quarto in 7 mesi
Esteri / Atene assediata dagli incendi: migliaia di abitanti e turisti costretti alla fuga
Esteri / Cadaveri per le strade, negozi in fiamme e raid aerei: migliaia di civili fuggono dai talebani nel sud dell’Afghanistan
Ti potrebbe interessare
Esteri / Si è suicidato uno dei poliziotti che difesero Capitol Hill dall’assalto: è il quarto in 7 mesi
Esteri / Atene assediata dagli incendi: migliaia di abitanti e turisti costretti alla fuga
Esteri / Cadaveri per le strade, negozi in fiamme e raid aerei: migliaia di civili fuggono dai talebani nel sud dell’Afghanistan
Esteri / Ucraina, uomo si barrica nella sede del governo e minaccia di far esplodere una bomba: arrestato
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Esteri / Bielorussia, ritrovato morto impiccato il dissidente anti Lukashenko scomparso a Kiev
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson