Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:24
Pirelli Summer Promo
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Hacker russi diffondono le cartelle cliniche degli atleti statunitensi

Immagine di copertina

Tra gli atleti colpiti dalla violazione della privacy vi sono la tennista Serena Williams e la ginnasta Simone Biles

L’Agenzia mondiale antidoping (Wada) ha condannato un gruppo di hacker russi per aver diffuso cartelle cliniche riservate degli atleti olimpici statunitensi. Tra questi vi sono la tennista Serena Williams e la ginnasta Simone Biles. Il gruppo di pirati informatici si autodefinisce “Fancy Bears” e accusa gli atleti statunitensi di aver partecipato alle olimpiadi nonostante facessero uso di doping. 

S&D

Dopo la rivelazione Biles ha dichiarato di prendere fin da piccola un farmaco per i disturbi dell’attenzione e l’iperattività e di aver sempre seguito le regole. Il gruppo di hacker l’aveva accusata di fare uso di un farmaco illegale psico-stimolante.

L’atleta, che alle olimpiadi di Rio ha ottenuto quattro medaglie d’oro, aveva avuto il permesso necessario per prendere quella medicina dalla Wada, con il cosiddetto Tue (therapy use exemption). 

L’agenzia antidoping sostiene che gli attacchi informatici russi sono un tentativo di minare il sistema anti-doping mondiale.

Il portavoce del governo russo, Dmitry Peskov, ha riferito che era “fuori questione” che il Cremlino o i servizi segreti fossero stati coinvolti nella pirateria, secondo quanto hanno riferito le agenzie di stampa russe.

I documenti trapelati sostengono che a Serena Williams sia stato concesso il permesso di usare farmaci comunemente usati per il trattamento di lesioni muscolari, come antinfiammatori, mentre Biles avrebbe usato il Ritalin, un trattamento per il suo disturbo dell’attenzione. 

“Dopo aver studiato analiticamente i database abbiamo capito che decine di atleti erano risultati positivi alla vigilia e durante i giochi. I medagliati olimpici di Rio hanno usato regolarmente sostanze illecite giustificate da certificati di approvazione per uso terapeutico. In altre parole, hanno ricevuto la licenza per il doping”, hanno scritto gli hacker.

La squadra di atletica russa era stata bandita dalle Olimpiadi di Rio proprio a causa del suo presunto programma di doping di stato, mentre alle paralimpiadi a nessun atleta russo è stato permesso di partecipare per lo stesso motivo. 

“Si sappia che questi atti criminali stanno compromettendo notevolmente lo sforzo da parte della comunità anti-doping globale di ristabilire la fiducia nella Russia”, ha detto il direttore generale di Wada, Olivier Niggli.

L’hackeraggio sembra essere stato un atto di vendetta, una rappresaglia per la condanna emessa dall’agenzia prima delle olimpiadi di Rio. L’Usada, l’agenzia antidoping statunitense ha definito “codardo e spregevole” l’episodio.

Anche se gli atleti interessati non hanno infranto nessuna regola, le rivelazioni inevitabilmente renderanno più complicate le posizioni degli atleti che stanno cercando di ripristinare la fiducia nei loro confronti dopo numerosi scandali. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, due cavalli corrono liberi nel centro di Londra: almeno una persona ferita
Esteri / Esclusivo – Viaggio nell’Europa rurale, dove l’estrema destra avanza sfruttando il senso di abbandono
Esteri / Gaza: oltre 34.260 morti dal 7 ottobre. Israele richiama due battaglioni di riservisti da inviare nella Striscia. Cisgiordania, Idf: "Uccisa una donna palestinese che ha tentato di accoltellare alcuni soldati". Continuano gli scambi di colpi tra Tel Aviv e Hezbollah al confine con il Libano. Media: "L'Iran ha ridotto la sua presenza in Siria"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, due cavalli corrono liberi nel centro di Londra: almeno una persona ferita
Esteri / Esclusivo – Viaggio nell’Europa rurale, dove l’estrema destra avanza sfruttando il senso di abbandono
Esteri / Gaza: oltre 34.260 morti dal 7 ottobre. Israele richiama due battaglioni di riservisti da inviare nella Striscia. Cisgiordania, Idf: "Uccisa una donna palestinese che ha tentato di accoltellare alcuni soldati". Continuano gli scambi di colpi tra Tel Aviv e Hezbollah al confine con il Libano. Media: "L'Iran ha ridotto la sua presenza in Siria"
Esteri / Gaza: oltre 34.180 morti. Hamas chiede un'escalation su tutti i fronti. Tel Aviv nega ogni coinvolgimento con le fosse comuni di Khan Younis. Libano, Idf: "Uccisi due comandanti di Hezbollah". Il gruppo lancia droni su due basi in Israele. Unrwa: "Impedito accesso ai convogli di cibo nel nord della Striscia"
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza, al-Jazeera: "Recuperati 73 corpi da altre tre fosse comuni a Khan Younis". Oic denuncia "crimini contro l'umanità". Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Macron chiede a Netanyahu "un cessate il fuoco immediato e duraturo". Erdogan: "Evitare escalation". Usa: "Nessuna sanzione per unità Idf, solo divieto di ricevere aiuti"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani