Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

I Guns N’ Roses hanno suonato di nuovo insieme per la prima volta dopo 23 anni

Immagine di copertina

Axl Rose, Slash e Duff McKagan, membri originali del gruppo, sono tornati a esibirsi, a Los Angeles, sullo stesso palco la sera del 1° aprile per un concerto a sorpresa

Quando i biglietti sono stati messi in vendita a sorpresa, si credeva fosse un pesce d’aprile. Ma alla fine è successo quello che i fan aspettavano da 23 anni: i Guns N’ Roses, storica band protagonista della scena hard rock a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, sono tornati a suonare insieme.

Axl Rose, Slash e Duff McKagan, membri originali del gruppo noto tanto per i suoi successi quanto per i suoi eccessi, sono tornati ad esibirsi sullo stesso palco la sera del primo aprile, per un concerto a sorpresa che farà da prova generale per un tour estivo annunciato poche settimane fa.

Era il 17 luglio 1993 quando per l’ultima volta i tre musicisti (rispettivamente cantante, chitarrista e bassista) avevano condiviso la scena, durante un concerto a Buenos Aires. Ieri è stata invece Los Angeles la città scelta per ospitare il loro ritorno, e in particolare la piccola sala da concerti Troubadour.

A mezzogiorno, senza alcun preavviso, sono stati messi in vendita circa 250 biglietti a dieci dollari ciascuno per il concerto della sera stessa, e all’ingresso del Troubadour ai pochi fortunati fan è stato vietato di fare foto e video. Nonostante questo, qualcuno ha trasgredito le regole, e sono emersi alcuni brevissimi video su Instagram, nonché alcune immagini.

Tra i presenti, a quanto pare, anche la nota modella Emily Ratajkowski, che ha postato un’immagine della serata sul suo account:

 


I Guns hanno eseguito 17 canzoni, senza tralasciare nessuno dei loro più grandi successi, e inserendo in scaletta anche alcune cover (Knockin’ On Heaven’s Door di Bob Dylan, The Seeker degli Who e altre).

Questa, in dettaglio, la scaletta del concerto:

It’s So Easy

Mr.Brownstone

Chinese Democracy

Welcome to the Jungle

Double Talkin’ Jive

Live and Let Die (Wings cover)

Rocket Queen

You Could Be Mine

Speak Softly Love (Andy Williams cover)

Sweet Child O’Mine

New Rose (The Damned cover)

Better

Knockin’ on Heaven’s Door (Bob Dylan cover)

My Michelle

Nightrain

The Seeker (The Who cover)

Paradise City

Ti potrebbe interessare
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Ti potrebbe interessare
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Esteri / Trionfo Meloni, esultano Orban e Le Pen: “Vittoria meritata”. Premier Borne: “Vigileremo sul rispetto dei diritti umani”
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini
Esteri / Russia: 800 manifestanti arrestati per le proteste contro la mobilitazione in tutto il Paese
Esteri / Corea del Nord lancia missile balistico nel mar del Giappone
Esteri / Servizio militare, Putin: “Pene più dure a chi diserta o si arrende”. L’Ue: favorire asilo per chi scappa
Esteri / Josep Borrell: “Prendiamo sul serio minaccia nucleare di Putin”
Esteri / Yvon Chouinard: storia del fondatore di Patagonia, che ha deciso di donare la sua azienda per il clima