Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Le influencer russe distruggono le borse Chanel dopo la decisione della casa di moda di interrompere le vendite: “Questa è russofobia” | VIDEO

Guerra in Ucraina, le influencer russe fanno a pezzi le borse Chanel | VIDEO

Continua la protesta delle influencer russe contro Chanel: impossibilitate a comprare i prodotti della casa di moda parigina a causa delle sanzioni inflitte dall’Ue per la guerra in Ucraina, alcune modelle hanno deciso di inscenare una singolare protesta facendo letteralmente a pezzi le borse del noto marchio francese.

Tutto è iniziato dopo la decisione di Chanel di bloccare la vendita dei propri accessori ai clienti russi, anche al di fuori di Mosca, se questi hanno intenzione di portarli poi nel loro Paese.

Questo ha provocato la reazione di alcune influencer e modelle russe, che ora, però, hanno deciso di inscenare una plateale protesta contro la casa di moda francese.

La prima a distruggere le borse di Chanel è stata l’attrice e conduttrice Maryna Yermoshkina che sul suo profilo Instagram ha attaccato la casa di moda perché “umilia i suoi compatrioti e discrimina le persone in base alla nazionalità. Non un singolo articolo o marchio vale il mio amore per la mia Patria e il rispetto di me stessa. Sono contro la russofobia e sono contro i marchi che sostengono la russofobia. Se possedere Chanel significa vendere la mia Patria, allora non ho bisogno di Chanel”.

L’appello lanciato dalla presentatrice è stato quindi raccolto anche dalla modella Victoria Bonya e dalla dj Katya Guseva, al grido: “Se Chanel non rispetta i suoi clienti, perché dobbiamo rispettare noi Chanel? Ciao ciao”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, Macron nomina premier Élisabeth Borne
Esteri / “Stefania”: un soldato ucraino canta il brano che ha vinto l’Eurovision mentre cadono le bombe a Mariupol | VIDEO
Esteri / Russia, la giornalista del blitz anti-Putin denunciata dal marito: “Non vuole farmi vedere i nostri figli”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, Macron nomina premier Élisabeth Borne
Esteri / “Stefania”: un soldato ucraino canta il brano che ha vinto l’Eurovision mentre cadono le bombe a Mariupol | VIDEO
Esteri / Russia, la giornalista del blitz anti-Putin denunciata dal marito: “Non vuole farmi vedere i nostri figli”
Esteri / Dopo 32 anni, McDonald’s lascia definitivamente la Russia: in vendita 850 ristoranti
Esteri / Mosca: “Se Svezia e Finlandia nella Nato errore di vasta portata”
Esteri / Nato, al via esercitazioni con Finlandia e Svezia
Esteri / Usa, due sparatorie in poche ore: in California aggressione armata in chiesa e in un mercatino a Houston
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Tregua per evacuare feriti Azovstal". La Svezia farà richiesta di adesione alla Nato
Esteri / Guerra in Ucraina, Di Maio: “Bisogna tenere aperto un canale con Mosca”
Esteri / Strage di Buffalo, anche Luca Traini tra i modelli citati dal 18enne suprematista bianco