Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Ucraina, tra i combattenti stranieri c’è anche Wali: “È il cecchino più pericoloso del mondo”

Immagine di copertina

Ha risposto all’appello di Zelensky ed è arrivato nel Paese con il contingente canadese, portandosi dietro fucile e telecamera

Guerra in Ucraina: tra i combattenti stranieri c’è anche il cecchino “Wali”

Tra i combattenti stranieri arrivati in Ucraina c’è anche Wali, militare canadese considerato uno dei cecchini più letali al mondo. Wali, il cui vero nome resta un mistero, ha 40 anni, una moglie e un figlio di un anno. L’uomo, che ha risposto all’appello del presidente Volodymyr Zelensky rivolto ai volontari stranieri per unirsi alla lotta contro l’invasore russo, ha un blog “La Torche et l’Épée (la Torcia e la Spada – ndt) dove tiene un diario scritto e racconta con i suoi video i teatri di guerra del mondo.

Ex tiratore scelto del 22mo reggimento dell’esercito canadese, in Afghanistan, secondo quanto affermano fonti militari, ha ucciso dozzine di nemici con il suo fucile. Faceva parte dell’unità d’élite Joint Task Force 2 (JTF-2), il gruppo di cecchini con cui ha stabilito il record di uccisione a distanza più lunga: 3,5 chilometri. Da qui la sua fama, tragicamente parlando, di “cecchino più letale al mondo”.

Partito per l’Ucraina il 27 febbraio, appena tre giorni dopo l’inizio dell’invasione russa, ha dichiarato di aver risposto all’appello di unirsi alle forze volontarie in Ucraina come “un vigile del fuoco risponderebbe a un allarme antincendio.” In un’intervista recente alla CBC ha detto che quando c’è “un edificio distrutto, sono le persone che ci abitano, gli anziani che vedono andare in fumo le proprie pensioni,” che lui vede. “Voglio aiutare perché ci sono persone che vengono bombardate qui solo perché vogliono essere europee e non russe. Sono venuto per ragioni umanitarie.”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il giornalista russo Solovyov ancora contro Draghi: “Non lo ha eletto nessuno”
Esteri / Giappone, 24enne riceve per errore 340mila euro di aiuti per il Covid e se li gioca tutti al casinò
Esteri / Ucraina, soldato russo “ha chiuso la famiglia in uno scantinato e stuprato una ragazza”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il giornalista russo Solovyov ancora contro Draghi: “Non lo ha eletto nessuno”
Esteri / Giappone, 24enne riceve per errore 340mila euro di aiuti per il Covid e se li gioca tutti al casinò
Esteri / Ucraina, soldato russo “ha chiuso la famiglia in uno scantinato e stuprato una ragazza”
Esteri / Drone russo sgancia una granata dentro a un bicchiere di plastica | VIDEO
Cronaca / Mosca espelle 24 diplomatici italiani: “Da Roma azioni ostili e immotivate”
Esteri / Al Congresso Usa si è tenuta la prima audizione sugli Ufo
Esteri / Aereo caduto in Cina, le scatole nere: "È stato fatto precipitare volontariamente"
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: ripresa colloqui pace improbabile. Gli Stati Uniti riaprono la loro ambasciata a Kiev
Esteri / L’”orbanizzazione” degli Stati Uniti: perché la destra americana guarda sempre più al leader ungherese
Esteri / Goldman Sachs offre ferie illimitate ai dipendenti senior per “riposarsi e ricaricarsi”