Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Secondo un senatore repubblicano, Trump è “un presidente totalmente bugiardo”

La faida interna tra Trump e Bob Corker, senatore per lo stato del Tennessee, è iniziata diverse settimane fa. Nelle ultime ore è scoppiata una guerra di tweet tra i due

Di Giuseppe Loris Ienco
Pubblicato il 24 Ott. 2017 alle 17:24 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:34
0
Immagine di copertina

È scontro totale tra il presidente statunitense Donald Trump e il repubblicano Bob Corker, attuale senatore per lo stato del Tennessee e presidente della commissione Esteri.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Questa faida interna al Gop (acronimo di Grand Old Party) prosegue da diverse settimane, da quando cioè Corker aveva paragonato la campagna elettorale di Trump per le presidenziali dell’anno scorso a un reality show.

Il presidente statunitense aveva risposto al senatore  scherzando sulla sua altezza e riferendosi a lui chiamandolo “Liddle Bob” (“Piccolo Bob”).

Negli ultimi giorni lo scontro si è acuito a seguito della richiesta di Trump ai repubblicani del Congresso di far passare entro la fine dell’anno un pacchetto di tagli alle tasse che include una drastica riduzione alle imposte delle imprese.

Bob Corker ha annunciato che non supporterà l’iniziativa del presidente: una mossa che potrebbe mettere a rischio il progetto, considerando il fatto che i repubblicani hanno solo quattro senatori in più rispetto ai democratici.

Corker ha affermato che l’amministrazione Trump sarà ricordata per aver “svilito” il paese, e ha definito “il costante raccontare bugie” del presidente un danno alla reputazione delle istituzioni e un cattivo insegnamento per i bambini, per i quali tradizionalmente l’inquilino della Casa Bianca rappresenta un modello da seguire.

Il senatore repubblicano ha aggiunto che non appoggerà nuovamente il tycoon newyorkese nel caso di ricandidatura alle prossime elezioni.

Trump ha risposto alle parole durissime di Corker e, in un tweet pubblicato sul suo profilo ufficiale nella mattinata martedì, ha detto che il presidente della commissione Esteri al Senato non è riuscito “neanche a diventare un accalappiacani nel Tennessee”.


Il presidente statunitense ha inoltre accusato Corker di aver aiutato Barack Obama nei lavori sull’accordo per il nucleare iraniano, da lui definito poco tempo fa “il peggiore di sempre”.

La risposta del senatore del Tennessee non si è fatta attendere: su Twitter, Corker ha definito le recenti dichiarazioni di Trump “le solite menzogne di un presidente totalmente bugiardo”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.