Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Ucraina: l’esercito riconquista diversi chilometri a nord est tra Kupiansk e Lysychansk, Mosca batte in ritirata verso sud

Immagine di copertina
Video di un carro russo abbandonato su una strada di Izyum, riconquistata dall'esercito ucraino Credit: Twitter @Gerashchenko_en

Guerra Russia-Ucraina: Kiev riconquista diversi territori a est

La controffensiva ucraina ha riconquistato diversi territori a est, tra cui la città di Kupiansk, importante snodo ferroviario. I soldati ucraini avrebbero distrutto la linea di rifornimento russa che attraversa la città e va a sud, verso Donetsk. Più a sud il fronte si è spostato su Lysychansk, città nell’Oblast di Luhansk, l’autoproclamata repubblica indipendente. La città era sotto controllo russo da luglio, e a pochi chilometri da Severodonetsk. Ci sono stati combattimenti anche a Donetsk e a Pokrovske negli ultimi giorni ma la linea russa rimane ferma sulle due città. I successi di questa settimana per l’esercito ucraino ammonterebbero a 3mila chilometri quadrati di territorio levato dal controllo di Mosca.

La strategia ucraina sarebbe stata quella di confondere le forze russe facendo presagire un’offensiva a Sud, per poi attaccare il fronte nordorientale e approfittare dell’impreparazione delle forze armate su quell’asse.

Sono state scagliate aspre critiche contro il governo russo e il comando militare da blogger di guerra e da esponenti del nazionalismo pro-Cremlino, accusando Mosca di avere abbandonato i soldati sul fronte Nord. Secondo l’agenzia russa Tass, lo spostamento del fronte sarebbe invece dovuto a un “raggruppamento delle forze” verso Donetsk, più che a una ritirata. Come rappresaglia a Krementchuk, molti chilometri a ovest, a metà strada tra Donetsk e Kiev, missili russi hanno colpito una centrale termica, lasciando diverse città senza elettricità.

In un’intervista alla Cnn, Zelensky ha escluso l’entrata in trattative con l’invasore: “La strategia russa è di mangiare a poco a poco i territori. Noi non parleremo con loro. Solo una volta che avremo liberato il territorio dall’occupazione potremo intavolare negoziati. Un ennesimo accordo di Minsk sarebbe solo un’occasione per i russi di riposarsi e di riattaccare”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Esteri / Trionfo Meloni, esultano Orban e Le Pen: “Vittoria meritata”. Premier Borne: “Vigileremo sul rispetto dei diritti umani”
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini