Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

L’ostaggio italiano Giovanni Lo Porto è stato ucciso per errore

La Casa Bianca ha dichiarato che l'ostaggio è stato ucciso da un drone statunitense in un'azione antiterrorismo. Morto anche un ostaggio americano

Di Giulio Gambino
Pubblicato il 23 Apr. 2015 alle 15:40 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 16:54
0
Immagine di copertina

La Casa Bianca ha dichiarato che durante un’operazione anti-terrorismo statunitense dello scorso gennaio 2015 un drone ha accidentalmente ucciso l’ostaggio americano Warren Weinstein e quello italiano Giovanni Lo Porto, in una zona al confine tra Afghanistan e Pakistan.

I due uomini erano prigionieri di al-Qaeda rispettivamente dal 2011 e dal 2012. Nell’operazione sarebbe stato ucciso anche Ahmed Farouq, uno dei leader americani dell’organizzazione terroristica.

In un’operazione parallela, rivela la Casa Bianca, sarebbe stato ucciso anche Adam Gadahn, altro esponente statunitense di al-Qaeda.

Giovanni Lo Porto aveva 39 anni, era un cooperante umanitario di Palermo rapito in Pakistan il 19 gennaio 2012 da quattro uomini armati insieme al suo collega tedesco Bernd Muhelenbeck.

Qui la diretta di Obama dalla Casa Bianca

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.