Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Due giornalisti iracheni sono stati uccisi vicino Mosul

Di Andrea Lanzetta
Pubblicato il 7 Lug. 2017 alle 13:47 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:55
0
Immagine di copertina

Il 7 luglio, durante le operazioni militari per la riconquista di un villaggio da parte dell’esercito iracheno e dei suoi alleati, il sedicente Stato Islamico ha ucciso due giornalisti insieme a diverse altre persone a 70 chilometri dalla città di Mosul. A riferirlo è stata l’agenzia di stampa AFP.

I terroristi hanno attaccato il villaggio di Imam Gharbi, sulla riva occidentale del fiume Tigri. Tra i feriti ci sono altri due giornalisti iracheni e un numero imprecisato di civili e militari del paese mediorientale. Secondo fonti dell’esercito di Bagdad i terroristi si sarebbero infiltrati nel villaggio nella tarda serata di mercoledì 5 luglio.

I due giornalisti rimasti uccisi, Harb Hazaa al-Dulaimi, corrispondente distaccato presso le truppe di stanza a Mosul e il suo cameraman Sudad al-Duri lavoravano per il canale televisivo iracheno Hona Salaheddin.

– LEGGI ANCHEÈ morta la giornalista francese ferita nell’esplosione di una mina in Iraq

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.