Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Giappone, il ministero delle Finanze ha falsificato dei documenti che riguardano il premier Abe

Immagine di copertina
Credit: Afp

La vicenda riguarda la vendita a prezzi scontati di alcuni terreni del demanio statale: un caso che nel 2017 aveva indebolito la posizione del capo del governo giapponese

Un deputato giapponese del partito di maggioranza ha riferito che il ministero delle Finanze avrebbe ammesso di aver falsificato dei documenti presentati al parlamento, riguardanti un caso di clientelismo che ha coinvolto il premier Shinzo Abe.

La vicenda riguarda la vendita a prezzi scontati di alcuni terreni del demanio statale, un caso che nel 2017 aveva indebolito la posizione del capo del governo.

La questione sembrava essersi sgonfiata, fino a quando Hiroshi Moriyama, capo degli Affari parlamentari del Partito Liberal Democratico (Ldp), lo stesso di Abe, ha riferito ai giornalisti che il vice segretario generale del governo lo aveva informato che il ministero aveva modificato i documenti ufficiali presentati al parlamento.

“Ho ricevuto informazioni secondo le quali sembra che abbiano cambiato i documenti”, ha dichiarato Moriyama.

Nelle carte, i nomi di diversi politici e personalità di spicco sono stati cancellati, tra cui anche quello della moglie di Abe, Akie, secondo quanto riporta la stampa giapponese.

Il quotidiano Mainichi riferisce che i testi sarebbero stati modificati in modo da essere “coerenti” con il discorso di un alto funzionario del ministero, Nobuhisa Sagawa, che si è dimesso il 9 marzo.

“È possibile che il signor Sagawa abbia dato l’ordine di falsificare i documenti”, ha scritto il giornale, citando fonti governative giapponesi.

Il ministro delle Finanze, Taro Aso, un pilastro del governo, è sotto pressione anche se ha assicurato che non intende dimettersi.

Il caso prese una svolta drammatica nel 2016, quando un altro funzionario del ministero, responsabile della vendita del terreno in questione, fu trovato morto a Kobe, nel Giappone occidentale. Secondo la stampa, la polizia adesso indagherà su quella morte, che all’inizio era stata ritenuta essere un suicidio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Afghanistan, le giornaliste sfidano i talebani: in tv a viso scoperto
Esteri / Australia, i laburisti vincono le elezioni
Cinema / Cannes, donna in topless sul red carpet per protesta contro gli stupri in Ucraina | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Afghanistan, le giornaliste sfidano i talebani: in tv a viso scoperto
Esteri / Australia, i laburisti vincono le elezioni
Cinema / Cannes, donna in topless sul red carpet per protesta contro gli stupri in Ucraina | VIDEO
Esteri / Chi sono i tre italiani rapiti in Mali: Rocco Langone, Maria Caivano e il figlio Giovanni
Cultura / In Bielorussia il governo vieta il romanzo “1984” di George Orwell
Esteri / “Putin circondato dai medici, curato anche tra una riunione e l’altra”: le nuove voci sul suo stato di salute
Esteri / Sharm El Sheikh, bimba abruzzese di 13 mesi cade dal balcone e muore
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Nessun negoziato senza scambio di soldati dell'Azovstal". La Russia vieta l'ingresso a Biden
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo