Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:47
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In Germania il governo rischia di cadere dopo che il ministro dell’Interno ha detto di volersi dimettere

Immagine di copertina
Alta tensione tra la cancelliera Merkel e il ministro Seehoer. Credit: AFP/ Odd Anderson

Il leader della Csu, Horst Seehofer, è pronto al passo indietro in polemica con la politica sui migranti della cancelliera Merkel

Il governo della Germania rischia di cadere, dopo che il ministro dell’Interno, Horst Seehofer, ha manifestato l’intenzione di dimettersi in polemica con la politica sui migranti della cancelliera Angela Merkel.

Durante una riunione a porte chiuse del suo partito, l’Unione cristiano-sociale della Baviera (Csu), Seehofer ha detto di voler lasciare sia il suo ruolo nell’esecutivo sia quello di leader della Csu.

Il capogruppo regionale del partito, Alexander Dobrindt, non ha accettato il passo indietro del collega, a sua volta criticando però l’operato di Merkel.

A scatenare le ire dell’ala più conservatrice del governo, rappresentata proprio dai bavaresi della Csu, è l’accordo siglato dalla cancelliera in occasione del Consiglio europeo della scorsa settimana.

Al vertice di Bruxelles la Germania ha ottenuto che nell’intesa finale fosse inserito un punto sul contrasto ai movimenti secondari dei migranti, ossia alla possibilità per i richiedenti asilo di spostarsi da un paese all’altro dell’Ue, ma questo non è bastato alla Csu.

Il ministro Seehofer chiede da tempo che si possano respingere i profughi verso i paesi dai quali sono entrati nel territorio comunitario, mentre Merkel è per una via più morbida e rifiuta qualsiasi via unilaterale.

Dopo il summit europeo, la cancelliera ha sottolineato che 12 stati membri hanno accettato di riprendersi i migranti arrivati in Germania.

Il partito di Merkel, l’Unione cristiano democratica (Cdu), ha confermato il suo sostegno alla leader. La segretaria generale, Annegret Kramp-Karrenbauer, ha dichiarato che i respingimenti chiesti da Seehofer “sarebbero un segnale sbagliato agli altri partner europei”.

Secondo alcuni analisti, la linea dura sui migranti della Csu e del suo leader Seehofer è connessa con le elezioni statali bavaresi in programma il prossimo autunno, in cui c’è il rischio di una affermazione del partito xenofobo l’Alternative für Deutschland (Afd).

Alcuni sondaggi, peraltro, riferiscono che in Baviera la cancelliera Merkle raccoglie più consensi di Seehofer.

Nei giorni scorsi Andrea Nahles, leader del Partito socialdemocratico tedesco (Spd), ha dichiarato che non esclude che in Germania si debbano tenere nuove elezioni.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”