Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:08
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Germania, è caccia a “Rambo”: polizia alla ricerca di un senzatetto armato di arco e frecce

Immagine di copertina

Germania, caccia a “Rambo”: polizia cerca uomo armato di arco e frecce

Nei boschi della Foresta Nera della Germania, nel Baden-Wuerttemberg, è in corso da giorni una vera e propria caccia all’uomo: centinaia di agenti sono stati mobilitati nelle ricerche di un uomo, un senzatetto, che indossa equipaggiamento da guerra ed è armato, tra l’altro, con arco e frecce. Il ricercato, che avrebbe 31 anni, è stato subito soprannominato “Rambo“, per le tante analogie con il celebre film. Nelle ricerche sono stati impiegati almeno 200 poliziotti, oltre a forze speciali, elicotteri e cani da fiuto. La polizia ha persino rilasciato una foto del sospetto, che avrebbe con sé – oltre ad arco e frecce – anche un coltello e una pistola. Ai residenti del luogo è stato chiesto di rimanere in casa e non dare passaggi a chiunque chieda l’autostop. Il controllo del traffico aereo tedesco ha emesso un divieto di sorvolo nell’area interessata.

L’uomo in fuga nella Foresta Nera è già noto alle forze dell’ordine per reati precedenti, tra cui il possesso illegale di armi da fuoco. E’ persino in prigione per aver ferito la sua ragazza con arco e frecce. Le autorità non hanno reso pubblica l’identità del fuggitivo, ma il tabloid Bild lo ha identificato come Yves Rausch, pubblicando anche una sua foto. Le ricerche sono iniziate domenica, quando la polizia è stata avvisata del fatto che un uomo sospetto girava intorno a una capanna nella foresta. Quattro agenti inviati sul posto hanno dichiarato che inizialmente il sospettavo collaborava. Ma poi “improvvisamente e completamente inaspettatamente” li ha minacciati con un’arma da fuoco, senza lasciare loro “il tempo di reagire alla situazione pericolosa”. Al punto che l’uomo ha rubato le loro pistole e poi è riuscito a scappare.

Il fuggitivo viene definito alto circa un metro e settanta, magro, con gli occhiali, una barba pizzetto e una testa calva. Nelle scorse settimane è stato persino sfrattato dal suo appartamento, visto che non pagava più l’affitto: nella sua casa sono state trovate armi e taniche di benzina, oltre a un piccolo poligono di tiro nascosto in soffitta. L’uomo avrebbe vissuto nella sua auto vicino alla piscina locale per un po’, prima di trasferirsi nella capanna ai margini della foresta.

Tutte le notizie di esteri di TPI

Ti potrebbe interessare
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale