Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Morte George Floyd, Trump firma il decreto sulla riforma della polizia Usa e annuncia: “La stretta al collo sarà vietata”

La presa che ha ucciso l'afroamericano di Minneapolis sarà bandita a meno che non sia a rischio la vita dell'agente

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 16 Giu. 2020 alle 19:05
215
Immagine di copertina

Morte George Floyd, Trump annuncia: “Stretta al collo della polizia sarà vietata”

La stretta al collo da parte della polizia, quella che ha decretato di fatto la morte di George Floyd, sarà vietata a meno che non sia a rischio la vita dell’agente: lo ha annunciato il presidente Usa Donald Trump durante la cerimonia di firma della riforma della polizia. La cerimonia è avvenuta nel Giardino delle rose della Casa Bianca e ha visto la presenza, tra gli altri, del ministro di Giustizia William Barr e del leader di maggioranza al Senato, il repubblicano Mitch McConnell. Il presidente degli Stati Uniti ha spiegato che la riforma è incentrata “sui più alti standard professionali e sulla trasparenza” definendola una “mossa storica per il futuro dell’America”.

Nuovo video sulla morte di George Floyd, la polizia ignora le suppliche dei passanti

Trump, che ha anche detto di aver incontrato alcune famiglie delle vittime delle violenze della polizia, assicurando che i loro cari non sono morti invano, ha sottolineato che occorre “ripristinare legge e ordine” a livello nazionale e che il governo è pronto ad aiutare. La riforma della polizia era stata annunciata proprio in seguito alle proteste per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd da parte degli agenti della polizia di Minneapolis.

Leggi anche: 1. Afroamericano ucciso a Atlanta, le ultime notizie. L’autopsia: è stato omicidio, fatali due colpi di pistola alla schiena. Licenziato l’agente responsabile dell’uccisione / 2. “Il gigante buono”: chi era l’afroamericano morto soffocato dalla polizia negli Usa / 3. Derek Chauvin, cosa sappiamo sul poliziotto che ha ucciso l’afroamericano George Floyd

215
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.