Covid ultime 24h
casi +26.831
deceduti +217
tamponi +201.452
terapie intensive +115

Il leader dell’estrema destra olandese accusa la Merkel per la strage di Berlino

Il tweet provocatorio è stato pubblicato dall'account ufficiale di Geert Wilders, esponente di estrema destra olandese, che ritrae la cancelliera con le mani insanguinate

Di TPI
Pubblicato il 20 Dic. 2016 alle 18:54 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:11
0
Immagine di copertina

All’indomani della strage in un mercato natalizio di Breitscheidplatz, nel pieno centro di Berlino, la cancelliera Angela Merkel si è recata sul luogo dove almeno dodici persone sono rimaste uccise e 48 ferite, dopo che un camion è piombato a velocità sostenuta sulla folla lunedì 19 dicembre. 

La cancelliera si è detta “triste” e “sconvolta per quanto accaduto” e ha rimarcato la volontà di agire “con la massima severità”. La visita di Merkel al mercatino allestito per le feste natalizie ha attirato diverse critiche. 

Nel primo pomeriggio, Geert Wilders, il leader xenofobo e ultranazionalista olandese favorito alle prossime politiche, ha pubblicato un tweet che ritrae la cancelliera tedesca con le mani insanguinate attribuendo a quest’ultima la responsabilità dell’attentato di Berlino. 

In un precedente tweet pubblicato qualche ora prima, Wilders ha scritto: “Merkel, Rutte e gli altri leader codardi al governo hanno provocato lo tsunami dell’asilo e del terrorismo islamico aprendo le frontiere”. 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.