Me

Accarezza un gattino randagio, blogger di 24 anni resta paralizzata

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 29 Gen. 2019 alle 07:03 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:02
Immagine di copertina

Attirata da un cucciolo di gatto per strada, una blogger inglese lo prende in braccio. Ma questa carezza le è costata cara: Gemma è rimasta paralizzata dalla vita in giù. E non ha potuto più camminare per mesi, se non con una sedia a rotelle.

Ma come è possibile una reazione del genere? Si è trattata di un’infezione rara: all’insaputa della giovane donna, il gattino aveva un’infezione potenzialmente mortale. Gemma ha raccontato la sua storia solo anni dopo: “Durante la vacanza in Portogallo ho iniziato a vomitare e sul volo di ritorno sono svenuta”.

Una volta atterrata è stata portata di corsa all’ospedale di Southport, in Inghilterra, dove i medici hanno scoperto un batterio denominato campylobacter, che solitamente viene trovato nel pollo crudo.

Dopo una prima settimana in ospedale, la blogger è stata nuovamente ricoverata per un preoccupante intorpidimento alla gambe. I medici le hanno diagnosticato la sindrome di Guillain-Barré, chiamata a volte paralisi di Landry o sindrome di Guillain-Barré-Strohl, è una radicolo-polinevrite acuta che si manifesta con paralisi progressiva agli arti.

La ragazza 24enne è convinta che “quel gattino incontrato in Portogallo possa aver raccolto l’infezione dopo aver frugato nei bidoni della spazzatura”. Adesso la blogger ha ricominciato a camminare, grazie alla fisioterapia e ad altre cure, ma Gemma è troppo spaventata per accarezzare nuovamente animali randagi.