Me

Il Gambia ha liberato 98 detenuti imprigionati durante il regime dell’ex presidente Jammeh

I rilasci sono avvenuti soprattutto dalla prigione Mile 2 nella città di Banjul per volontà del nuovo governo nell'ambito di una riforma del sistema penitenziario

Di TPI
Pubblicato il 3 Mar. 2017 alle 20:16 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 08:11
Immagine di copertina

Le autorità del Gambia hanno rilasciato 98 prigionieri detenuti per la maggior parte nella prigione Mile 2. La decisione arriva dopo il tentativo da parte del governo del paese di mitigare l’approccio autoritario impresso allo stato dal precedente presidente, Yahya Jammeh.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come 

Altri 170 prigionieri erano stati liberati nel mese di febbraio 2017. 

Il presidente del Gambia Adama Barrow ha già sostituito il capo dell’esercito che era molto vicino all’amministrazione di Jammeh e rimpiazzato diversi altri ufficiali. Le elezioni che hanno portato l’attuale presidente al potere non erano state accettate dal suo predecessore. L’ex leader era poi andato in esilio in Guinea equatoriale dopo le pressioni militari arrivate da vari capi della regione.

I gruppi per la tutela dei diritti umani riportano la notizia di torture e abusi subiti dagli oppositori del regime nei centri detenzione, tra i quali la prigione Mile 2 a Banjul.

Il portavoce del ministero degli Interni Lamin Baba Njie ha riferito che tra i prigionieri liberati, 79 sono stati rilasciati da Mile 2 e i restanti 19 da altre prigioni. “I rilasci sono parte della riforma del sistema penitenziario”, ha detto.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**