Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Lo scioccante video che mostra le differenze tra i polmoni sani e quelli di un fumatore

Un'infermiera della Carolina del Nord ha pubblicato su Facebook un filmato realizzato in ospedale dal contenuto molto forte per convincere le persone a smettere di fumare

Amanda Eller è un’infermiera della Carolina del Nord, Stati Uniti. Per smuovere la coscienza pubblica sui terribili danni causati dal fumo, ha deciso di pubblicare alcune foto e un video che mostrano l’incredibile differenze tra i polmoni sani e quelli di un fumatore.

Il contrasto tra le due coppie di polmoni è talmente scioccante che il video di Amanda Eller è stato condiviso sui social da oltre 500mila persone. Nel video è piuttosto semplice distinguere i polmoni sani da quelli malati: con un semplice “esperimento”, l’infermiera mostra anche come funzionino in maniera differente.

I primi segnali degli effetti negativi del fumo sui polmoni, come tosse a affaticamento, sono spesso troppo lievi per convincere un fumatore a smettere.

Il tabacco provoca 6 milioni di morti l’anno nel mondo, ovvero determina più decessi di alcol, aids, droghe e incidenti stradali messi insieme., secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della Sanità e dal National Cancer Institute degli Stati Uniti, presenti nel rapporto “The economics of tobacco and tobacco control” pubblicato lo scorso gennaio.

In Italia, il fumo determina, tra 70mila e 83mila decessi l’anno e oltre il 25 per cento di questi è compreso tra i 35 ed i 65 anni di età, ed i fumatori sono circa 10,3 milioni (di cui 6,2 milioni uomini e 4,1 milioni donne).

Questi sono alcuni dei danni provocati dal fumo sul corpo umano:

1. Danneggia le vie aeree

• Le vie aeree si infiammano.

• Le piccole strutture pilifere, chiamate ciglia, che normalmente si muovono avanti e indietro per spazzare via le particelle dalle vie aeree, smettono di funzionare.

• Le vie aeree principali aumentano la produzione di muco, possibile causa di tosse cronica: si tratta della bronchite cronica, una delle manifestazioni della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Si tossisce e produce secrezioni per la maggior parte del tempo.

• I dati epidemiologici dimostrano una maggiore prevalenza dell’asma in particolare a carico delle femmine fumatrici rispetto alle non fumatrici, con una prevalenza due tre volte maggiore

per le fumatrici.

2. Peggiora la qualità della vita

Tosse: dopo un certo periodo di fumo attivo, chi fuma comincerà a presentare tosse poiché in questo modo l’organismo tenta di liberarsi dalle sostanze tossiche inalate con il fumo.

• Le vie aeree si restringono, rendendo più difficile il passaggio dell’aria verso l’interno e verso l’esterno.

• La respirazione si fa difficoltosa, spesso manca il fiato, sintomo importante della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

• I sacchi d’aria nei polmoni, chiamati alveoli, vengono gradualmente distrutti.

• L’ossigeno che inspiriamo viene trasferito dagli alveoli al flusso sanguigno; se gli alveoli sono distrutti, i polmoni perdono la capacità di fornire ossigeno al corpo. Si tratta dell’enfisema, anch’esso parte della BPCO.

• Le attività che richiedono una buona respirazione, come gli sport, la danza o il canto, risulteranno sempre più difficili.

• Se si continua a fumare, potrebbe mancare il fiato anche a riposo.

• Meno ossigeno per il cervello: meno ossigeno nel sangue comporta anche meno ossigeno a disposizione per il cervello per funzionare in modo ottimale.

Questo può causare un peggioramento della capacità di concentrarsi e vertigini.

3. È causa di morte

• Il 90 per cento dei decessi da BPCO è causato dal fumo di sigaretta.

• il 90 per cento dei decessi da cancro polmonare negli uomini e quasi l’80 per cento nelle donne è causato dal fumo, poiché le sostanze tossiche contenute nella

sigaretta possono trasformare le cellule delle vie aeree in cellule maligne.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Esteri / Copenaghen, 31 persone trascorrono la notte nel negozio Ikea isolato dalla neve
Esteri / Un quiz per scoprire quanto ne sai sull’Hiv (e smontare le false credenze)
Esteri / India, i bambini muoiono per lo smog. Un decesso su dieci sotto i cinque anni è per l’inquinamento
Esteri / Dalla Francia a Israele: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre