Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, strage in cattedrale a Nizza: cosa è successo

Immagine di copertina

Alle 9 di giovedì 29 ottobre, un uomo ha fatto irruzione all’interno della basilica di Notre-Dame di Nizza, a breve distanza dalla stazione ferroviaria, armato di un coltello e con il volto coperto da un passamontagna. L’uomo ha colpito a morte tre persone: una donna è stata decapitata, un uomo, il sagrestano, sgozzato. L’autore dell’attacco sarebbe un 25enne di nome Brahim, secondo quanto hanno riferito fonti giudiziarie.

La cattedrale di Nizza si trova sul Viale Jean Medecin, cuore pulsante della città: una strada molto larga dove ci sono negozi, uffici e centri commerciali, che collega la stazione ferroviaria con la piazza simbolo della città, Place Massena.

L’aggressore è stato bloccato dalla polizia municipale, intervenuta sul posto e chiamata dai clienti di un bar, che si trovavano ai tavolini all’esterno, davanti alla basilica. Questi hanno visto una donna uscire da Notre-Dame con una profonda ferita alla gola e che ha cercato invano di salvarsi nel bar: secondo Bfmtv sarebbe morta di lì a poco per le ferite. All’interno della chiesa sono stati trovati i cadaveri di un’altra donna e dell’uomo, che era il guardiano della cattedrale. Intanto, l’aggressore è stato neutralizzato dalla polizia e ferito gravemente. Si trova ricoverato all’ospedale della città.

Il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, ha detto che “tutto fa pensare a un attacco terroristico”, parlando di “islamofascismo”. Estrosi, ex ministro di Sarkozy, nella prima conferenza stampa dopo l’attentato a Nizza ha aggiunto: “Dobbiamo applicare il pugno duro. Non se ne può più. ci vuole il pugno duro, va sconfitto il nemico dell’estremismo”.

Due ore dopo l’attacco di Nizza, un uomo armato di un coltello è stato ucciso dalla polizia ad Avignone: è quanto riferisce radio Europe 1, precisando che l’uomo avrebbe tentato di attaccare dei poliziotti in strada, verso le 11.15. L’aggressore avrebbe gridato “Allah Akbar”. Intanto, in Arabia Saudita, si è consumato un attacco al consolato francese di Gedda, con una guardia ferita da un assalitore.

Alle 13 un uomo è stato arrestato fuori da una chiesa a Sartrouville, a nord di Parigi, perché minacciava di “fare come a Nizza”. Lo riporta il quotidiano Le Parisien. L’individuo, di cui l’identità non è ancora stata resa nota, avrebbe detto a suo padre prima di lasciare la casa di voler “fare come a Nizza”, subito dopo l’attacco terroristico alla cattedrale della città nel sud del Paese. Secondo quanto riferito, il padre ha immediatamente avvertito la polizia, che si è recata rapidamente sul posto. L’uomo è stato fermato a bordo della propria auto vicino alla chiesa di Saint-Martin. Aveva con sé un coltello.

Nel pomeriggio un uomo è stato arrestato a Lione, in Francia, perché minacciava i passanti con un coltello. L’uomo aveva un coltello di 30 centimetri. Lo riferiscono media locali nella città francese.

In ordine di tempo, è il secondo attacco simile che avviene in Francia in poco tempo: già dieci giorni fa nella banlieue di Parigi era stato decapitato il professore Samuel Paty. La vittima era un professore di storia alle scuole medie che aveva tenuto in una classe una lezione sulla libertà d’espressione e per questo aveva mostrato agli studenti le vignette di Maometto pubblicate da Charlie Hebdo in occasione del processo contro i responsabili della strage del 7 gennaio 2015. La lezione del professore aveva suscitato le proteste dei genitori di alcuni studenti, tra cui il padre di un’alunna che aveva contestato Paty “per diffusione di immagini pornografiche”.

Dopo l’attacco nella cattedrale a Nizza, il primo ministro francese Jean Castex ha lasciato l’Assemblea nazionale per convocare l’unità di crisi. Emmanuel Macron andrà alla cattedrale di Notre Dame di Nizza a fine mattinata. Il presidente francese partirà subito dopo aver partecipato alla riunione della cellula di crisi attivata dopo l’attacco di oggi.

Leggi anche: Nizza, attentato: la polizia fa irruzione nella cattedrale di Notre-Dame | VIDEO; 2. Nizza, attentato in cattedrale: le grida di paura della gente che scappa | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown