Me

Una frana di rifiuti in una discarica ha ucciso almeno 72 persone in Etiopia

Si teme che il numero di dispersi possa ammontare a circa un centinaio, visto che i presenti sul luogo erano numerosi

Di TPI
Pubblicato il 12 Mar. 2017 alle 14:45 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 12:28
Immagine di copertina

Almeno 72 persone sono rimaste vittime in una frana di rifiuti nella grande discarica di Koshe, nella periferia di Addis Abeba, in Etiopia. A riferirlo sono le autorità della capitale che sono accorse sul luogo dell’incidente. I dispersi ammontano a un numero molto più elevato, dato che i presenti erano almeno 150.

Il tutto sarebbe avvenuto nella notte fra sabato 11 marzo e domenica 12 marzo.

Il disastro, però, è dovuto soprattuto al fatto che un ingente numero di case di fortuna sarebbe ora completamente sommerso da tonnellate di rifiuti della discarica.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“Mia madre e tre delle mie sorelle si trovavano lì al momento del disastro. Ora non so proprio cosa ne è di loro”, ha riferito un residente della zona, Tebelu Asres, all’agenzia AP.

Molte fra le persone coinvolte nel disastro si trovavano lì per un’abituale ricerca di cibo fra i rifiuti. Molti altri, invece, erano residenti in case di fortuna che sono franate. Altre abitazioni sono state ricoperte e distrutte dalla valanga di rifiuti.

Le autorità hanno riferito che molto probabilmente il numero delle vittime è destinato a salire nelle prossime ore.

L’area di Koshe è stata la discarica dei rifiuti di Addis Abeba per più di 50 anni. Poco più di un anno fa il governo etiope aveva avviato i lavori per la costruzione di un impianto di smaltimento dei rifiuti per trasformarli in energia elettrica.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata