Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Una frana di rifiuti in una discarica ha ucciso almeno 72 persone in Etiopia

Immagine di copertina

Si teme che il numero di dispersi possa ammontare a circa un centinaio, visto che i presenti sul luogo erano numerosi

Almeno 72 persone sono rimaste vittime in una frana di rifiuti nella grande discarica di Koshe, nella periferia di Addis Abeba, in Etiopia. A riferirlo sono le autorità della capitale che sono accorse sul luogo dell’incidente. I dispersi ammontano a un numero molto più elevato, dato che i presenti erano almeno 150.

Il tutto sarebbe avvenuto nella notte fra sabato 11 marzo e domenica 12 marzo.

Il disastro, però, è dovuto soprattuto al fatto che un ingente numero di case di fortuna sarebbe ora completamente sommerso da tonnellate di rifiuti della discarica.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“Mia madre e tre delle mie sorelle si trovavano lì al momento del disastro. Ora non so proprio cosa ne è di loro”, ha riferito un residente della zona, Tebelu Asres, all’agenzia AP.

Molte fra le persone coinvolte nel disastro si trovavano lì per un’abituale ricerca di cibo fra i rifiuti. Molti altri, invece, erano residenti in case di fortuna che sono franate. Altre abitazioni sono state ricoperte e distrutte dalla valanga di rifiuti.

Le autorità hanno riferito che molto probabilmente il numero delle vittime è destinato a salire nelle prossime ore.

L’area di Koshe è stata la discarica dei rifiuti di Addis Abeba per più di 50 anni. Poco più di un anno fa il governo etiope aveva avviato i lavori per la costruzione di un impianto di smaltimento dei rifiuti per trasformarli in energia elettrica.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”