Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:56
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Una studentessa è andata all’Università con un fucile da combattimento a tracolla

Immagine di copertina
La foto postata da Kaitlin Bennett sul proprio profilo Twitter

Una studentessa statunitense ha postato una foto sul proprio profilo Twitter che mostra una ragazza di spalle con un vestito bianco, scarpe col tacco, pronta per andare alla proclamazione della propria laurea con un fucile da combattimento semi-automatico modello AR-10

Una studentessa statunitense ha postato una foto sul proprio profilo Twitter che sta facendo discutere la rete, divenendo virale.

Si tratta di Kaitlin Bennett, 22 anni, da poco laureata alla Kent State University, nello stato dell’Ohio.

La foto, pubblicata il 13 maggio 2018, mostra una ragazza di spalle con un vestito bianco, lunghi capelli biondi, scarpe col tacco, pronta per andare alla proclamazione della propria laurea.

Il particolare che non passa inosservato è che la giovane, al posto della borsetta, porta a tracolla un fucile da combattimento semi-automatico modello AR-10.

Sotto la foto c’è un messaggio: “Ora che mi sono laureata alla Kent State, posso finalmente girare armata nel campus. Avrei dovuto poterlo fare da studente, soprattutto perché quattro studenti disarmati sono stati uccisi dal governo in questo campus”.

Il messaggio pubblicato sul social network ha immediatamente scatenato una serie infinita di reazioni.

In molti hanno elogiato la ragazza, alcuni utenti addirittura le hanno fatto delle proposte di fidanzamento, mentre altri l’hanno duramente criticata.

È il consueto gioco delle parti in una nazione, gli Stati Uniti, in continuo conflitto tra i fautori della libertà di possedere armi e gli esponenti del nuovo movimento #NoGun, che ha organizzato le grandi manifestazioni per limitarne e regolarne la commercializzazione, in seguito ai tragici fatti della Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida, il 14 febbraio 2018.

Kaitlin Bennett si auto definisce un’attivista “conservatrice e libertaria” che da tempo si batte perché gli studenti possano armarsi liberamente all’interno del campus.

Invitata alla trasmissione televisiva Fox and Friends, Bennett ha detto: “Credo che se il governo le ha dovremmo averle anche noi. Fucili, mitragliatrici, qualsiasi tipo di arma. Dovremmo essere in grado di proteggerci da un governo tirannico”.

Questo è il post scritto da Kaitlin Bennett sul proprio profilo Twitter:

Questo è il video dell’intervista dell’attivista pro armi nel corso della trasmissione televisiva Fox and Friends:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Papa Francesco a Lesbo tra i richiedenti asilo: “Fermiamo questo naufragio di civiltà”
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Ti potrebbe interessare
Esteri / Papa Francesco a Lesbo tra i richiedenti asilo: “Fermiamo questo naufragio di civiltà”
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Esteri / Copenaghen, 31 persone trascorrono la notte nel negozio Ikea isolato dalla neve
Esteri / Un quiz per scoprire quanto ne sai sull’Hiv (e smontare le false credenze)
Esteri / India, i bambini muoiono per lo smog. Un decesso su dieci sotto i cinque anni è per l’inquinamento
Esteri / Dalla Francia a Israele: le notizie dal mondo di questa settimana