Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Perché nei libri di scuola sauditi è comparsa una foto del re Faisal insieme a Yoda

Immagine di copertina

Le autorità dell’Arabia Saudita hanno rimosso dal proprio incarico il sottosegretario del Ministero dell’istruzione.
A causare il licenziamento è stata una fotografia erroneamente pubblicata nei libri di scuola sauditi del Re Faisal (sul trono dal 1964 al 1975) mentre firma la carta delle Nazioni Unite accanto a Yoda, un personaggio di Star Wars.

L’immagine del Re Faisal accanto a Yoda ha subito suscitato un forte scandalo.

Il ministro dell’Istruzione, Ahmed el Eisa, si è subito scusato per l’errore commesso tramite un post su Twitter come ha riportato Al Arabia.

Nel tweet, il ministro dell’Istruzione, ha anche annunciato di aver organizzato una commissione per la ristampa di nuovi libri di storia che andranno a sostituire i vecchi libri contenenti la foto del Re Faisal accanto a Yoda.

I libri con l’immagine incriminata sono stati immediatamente ritirati e ne è stata proibita la circolazione.

La foto è stata creata dall’artista Abdallah Al Shahri, nome d’arte Shaweesh.
L’artista saudita è noto negli Stati Uniti per i suoi fotomontaggi, stile pop art, raffiguranti personaggi politici al fianco di personaggi dei cartoni animati.

Come riporta BBC Arabic l’artista ha preso ispirazione per le sue opere da una vecchia foto del Presidente egiziano Sadat.

La foto mostra il Presidente egiziano accanto un grande pupazzo di Mickey Mouse durante una sua vacanza a Disneyland.

È stata la madre di Shaweesh, insegnante nelle scuole saudite, a informare il figlio circa la presenza della sua opera nei libri di storia come riporta Huffpostarabi.

Secondo Al Arabia, l’artista ha scelto di raffigurare Yoda accanto al Re perché entrambi hanno un carattere mite e saggio. Ha inoltre specificato che il colore verde del personaggio di Star Wars richiama la bandiera saudita.
“Il mio intento è quello di legare le nuove generazioni agli eventi del passato. Il fotomontaggio del Re Faisal e Yoda risale a una mostra che ho presentato nel 2013 negli Stati Uniti.” ha dichiarato l’artista all’emittente araba.

In una seconda intervista rilasciata a New York Times l’artista saudita Shaweesh ha dichiarato che non voleva prendersi beffa del Re Faisal e che l’errore commesso non è di sua responsabilità.

L’immagine del Re Saudita insieme a Yoda non è stata più pubblicata nei successivi articoli riguardanti il caso nelle testate arabe online.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”