Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

I cereali Coco Pops accusati di razzismo: “Perché una scimmia come mascotte?”

Immagine di copertina
Pixabay

Razzismo anche nei cereali.  Fiona Onasanya, ex deputata laburista britannica, ha attaccato la Kellog’s per la mascotte dei Coco Pops, promossi dalla celebre scimmietta. Al contrario i Rice Krispies sono sponsorizzati da “tre ragazzi bianchi”. La donna ha accusato di razzismo il marchio di cereali con una domanda retorica che marcava la differenza tra le due mascotte.

Nel tweet Onasanya spiega di attendere ancora una risposta ad una mail inviata alla Kellog’s e prova a spostare la polemica sui social: “Coco Pops e Rice Krispies hanno la stessa composizione (l’unica differenza è che i Coco Pops sono marroni e al cioccolato). Mi chiedevo quindi perché i Rice Krispies hanno tre ragazzi bianchi a rappresentare il marchio mentre i Coco Pops hanno una scimmia?”.

Sulle pagine del Daily Mail online, si legge la replica di un portavoce dell’azienda che ha spiegato come le varie mascotte animalesche che si trovano sulle confezioni dei prodotti Kellog’s servono a “portare giocosità a colazione”. Con queste parole l’esponente del marchio ha spiegato: “È importante che si parli di più del bisogno di uguaglianza razziale. Noi sosteniamo la comunità nera. Non tolleriamo alcuna discriminazione e siamo convinti che le persone di ogni razza, genere, orientamento sessuale, religione, capacità e credo debbano essere trattate con la massima dignità e rispetto”.

Il portavoce ha poi proseguito: “Abbiamo una vasta gamma di personaggi che mostriamo sulle nostre scatole di cereali, tra cui tigri, giraffe, coccodrilli, elfi, ecc. È il nostro modo di portare la giocosità a colazione”. L’anno scorso Fiona Onasanya era balzata agli onori delle cronache inglesi per essere stata condannata a tre mesi per aver mentito riguardo una multa per eccesso di velocità.

LEGGI ANCHE: Svizzera, cioccolatini ‘Moretti’ ritirati come risposta alle proteste anti-razzismo/ 2. A Londra un antirazzista ha salvato un razzista dal linciaggio. Ecco com’è vivere senza nemici/ 3. “Rieducare con sane manganellate chi ha imbrattato la statua di Montanelli”: bufera per il post di un vicensindaco nel Novarese

Ti potrebbe interessare
Esteri / L'Ungheria vieta la "promozione dell'omosessualità ai minori"
Esteri / Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori e clienti
Esteri / Gemelle sposano lo stesso uomo: “Stiamo provando a restare incinte nello stesso momento”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L'Ungheria vieta la "promozione dell'omosessualità ai minori"
Esteri / Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori e clienti
Esteri / Gemelle sposano lo stesso uomo: “Stiamo provando a restare incinte nello stesso momento”
Esteri / New York, fattorino accoltellato mentre è in bici termina la consegna prima di andare in ospedale
Esteri / L’Afghanistan è senza vaccini, e i bambini pagano il prezzo dell’egoismo dei paesi ricchi
Esteri / “Pipistrelli vivi in gabbia”: il video che smentisce l’Oms | VIDEO
Esteri / “L’Ultimo G7”. La Cina irride l’Occidente, tranne l’Italia: “Lupo che resiste agli Usa”
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare