Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Nelle Filippine 150 prigionieri sono evasi da un carcere in seguito all’attacco di ribelli islamici

Immagine di copertina

Una guardia è rimasta uccisa e un detenuto ferito. Nelle Filippine, un paese a maggioranza cattolica, da anni vanno avanti scontri tra i separatisti e forze dell'ordine

Più di 150 detenuti sono fuggiti da una prigione nel sud Filippine dopo che alcuni uomini armati hanno attaccato le guardie del carcere, permettendo ai prigionieri di scappare, approfittando del caos seguito alla sparatoria.

Una guardia è rimasta uccisa e un detenuto ferito. Nelle Filippine, un paese a maggioranza cattolica, da decenni vanno avanti gli scontri tra i separatisti islamici e le forze dell’ordine.

L’evasione è avvenuta presso il carcere del distretto di North Cotabato, vicino la città di Kidapawan, nell’isola di Mindanao, dove si trovavano oltre 1.500 detenuti.

La sparatoria è durata per circa due ore, e nella confusione alcuni prigionieri sono riusciti a fuggire dalla parte posteriore della prigione, dove hanno scavalcato le mura impilando i loro letti.

L’obiettivo dell’attacco, secondo le autorità, era proprio quello di liberare alcuni ribelli islamici che si trovavano in carcere.

È ora in corso una caccia all’uomo guidata da esercito e polizia per rintracciare i detenuti evasi. Almeno sei sono stati già ricatturati.

Non è la prima volta che avviene un’evasione del genere da un carcere del paese, anche se questa è la più numerosa. Nel 2007 più di 40 detenuti erano fuggiti in seguito a un attacco dei guerriglieri e quattro anni dopo anche un altro gruppo di prigionieri era evaso in seguito a un attacco alla stessa prigione.

Il sud delle Filippine, ha una lunga storia di evasioni violente alle spalle.

Nel mese di agosto 2016 gli estremisti islamici affiliati al sedicente Stato islamico hanno liberato otto detenuti del carcere di Marawi, sull’isola di Mindanao.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, scoppia un incendio in casa: muoiono mamma e figlia di 2 anni, grave il papà
Esteri / Frank Vallelonga Jr. trovato morto nel Bronx: addio all’attore di Green Book
Esteri / Istanbul, rilasciata l’italiana Procopio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, scoppia un incendio in casa: muoiono mamma e figlia di 2 anni, grave il papà
Esteri / Frank Vallelonga Jr. trovato morto nel Bronx: addio all’attore di Green Book
Esteri / Istanbul, rilasciata l’italiana Procopio
Esteri / “Pacchi insanguinati” inviati alle ambasciate ucraine in Europa. Anche in Italia
Esteri / Usa, bimbo di 10 anni uccide la madre con una pistola: non gli aveva comprato un giocattolo
Esteri / Usa, partita di golf finisce in tragedia: giocatore strappa a morsi il naso del suo avversario dopo una lite
Esteri / Medico si addormenta al volante dopo un turno estenuante in ospedale e falcia 4 persone: condannato
Esteri / Attentato a Susanna Schlein (sorella di Elly) ad Atene: è la prima consigliera dell’ambasciata italiana
Esteri / Russia, Lavrov accusa: “Militari ucraini addestrati anche in Italia”. La smentita del ministero della Difesa
Esteri / Biden: “Pronto a parlare con Putin”. La risposta del Cremlino: “Prima gli Stati Uniti riconoscano come russe le regioni annesse”. E Macron lancia una conferenza per la pace a Parigi