Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il figlio di Muhammad Ali bloccato in un aeroporto in Florida per il Muslim Ban

Immagine di copertina

Muhammad Ali Junior stava rientrando negli Usa insieme alla madre. I funzionari lo hanno interrogato per quasi due ore, chiedendogli se fosse musulmano

Il figlio del leggendario campione di pugilato Muhammad Ali è stato fermato dall’ufficio immigrazione di un aeroporto in Florida, secondo quanto dichiarato da un avvocato e riportato dall’agenzia statunitense Associated Press il 25 febbraio 2017.

La vicenda è avvenuta il 7 febbraio 2017, mentre il 44enne Muhammad Ali Junior e la madre Khalilah Camacho-Ali, seconda moglie del boxeur, stavano arrivando all’aeroporto internazionale Fort Lauderdale-Hollywood di ritorno dalla Giamaica.

L’avvocato Chris Mancini ha riferito che i funzionari hanno interrogato Muhammad Ali Junior per quasi due ore, chiedendogli se fosse musulmano e le ragioni del suo nome arabo. Il figlio di Muhammad Ali è nato a Philadelphia, negli Stati Uniti e ha passaporto statunitense.

*Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.*

L’ufficio Usa per la Dogana e la Protezione dei confini ha detto di non poter fornire informazioni su singoli viaggiatori, ma che tutti i passeggeri internazionali che arrivano negli Stati Uniti sono soggetti all’ispezione dell’ufficio.

“Alla famiglia Ali appare chiarissimo che l’episodio è collegato ai tentativi di Donald Trump di vietare ai musulmani l’accesso nel paese”, ha detto l’avvocato riferendosi al provvedimento del presidente Usa che limita temporaneamente l’accesso agli Stati Uniti a persone provenienti da 7 paesi a maggioranza musulmana.

La famiglia Ali sta ora considerando di intentare una causa federale per il trattamento ricevuto e sta cercando di capire quante altre persone hanno subito lo stesso trattamento.

Il Muslim Ban è stato sospeso dalla magistratura statunitense ma il presidente Trump ha annunciato un nuovo provvedimento che avrebbe lo scopo di garantire la sicurezza del paese.

— Leggi anche: Cosa prevede in pratica il divieto contro immugrati e musulmani voluto da Trump

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.** 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / La donna che sfida i talebani: “Mentre tutti scappano dall’Afghanistan, io ho scelto di rimanere per lottare”
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli