Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Tiene la figlia di un anno e mezzo sotto l’acqua bollente, la piccola muore: arrestata 26enne

Immagine di copertina

La piccola Gracie aveva solamente 19 mesi, poco più di un anno e mezzo, quando sua madre ne ha provocato la morte. Lo ha stabilito la corte di Nottingham, che ha riconosciuto la colpevolezza di Katie Crowder, madre ventiseienne della vittima.

Secondo quanto emerso dalle indagini, Katie Crowder, 26 anni, avrebbe messo la figlia Gracie, di soli 19 mesi, sotto il getto dell’acqua bollente della vasca da bagno, nella loro casa di Mansfield, nel Nottinghamshire inglese. Nonostante le urla di dolore e sofferenza della piccola, la madre ha atteso un’ora, prima di portare la bambina a casa dei nonni, nella stessa via, in condizioni disperate. Era il 6 marzo di quest’anno: quando la piccola è arrivata in ospedale poche ore dopo ormai era troppo tardi.

I medici hanno dichiarato il decesso della bambina. Gracie riportava ustioni gravissime su almeno il 65 per cento del corpo, scrive il Mirror. La ragazza si sarebbe precipitata a casa dei suoi genitori, urlando “è morta, è morta”, in preda alla disperazione.

Il processo nato dalla tragica vicenda si è concluso questo martedì. Crowder si era dichiarata innocente, rifiutando l’accusa di omicidio e sostenendo che non avrebbe mai fatto del male alla bambina. Crowder si è difesa dicendo ai giudici che mentre la piccola era sotto l’acqua, lei stava ripulendo il «caos combinato dal nostro cagnolino». Una volta finito, avrebbe trovato la piccola priva di sensi in bagno.

Ma la corte non ha creduto alla sua spiegazione, sostenendo una diversa versione dei fatti. Gracie infatti è morta nel giro di un paio d’ore, non istantaneamente. Per i giudici, in quel tempo la madre aveva compreso che la figlia non sarebbe sopravvissuta, e si sarebbe costruita un alibi, ripulendo la scena del crimine prima di chiedere aiuto. Ad aggravare la situazione, i test tossicologici: nel sangue di Crowder infatti è stata ritrovata della cocaina, che sarebbe stata assunta poco prima della morte di Gracie.

TUTTI I PEZZI DI CRONACA DI TPI
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”
Esteri / "Ha una protesi": il video che alimenta nuovi dubbi sullo stato di salute di Vladimir Putin
Esteri / Strage in Texas, il momento in cui il killer entra nella scuola elementare | VIDEO
Esteri / Stati Uniti, 18enne apre il fuoco in una scuola elementare: uccise 21 persone, tra cui 19 bambini
Esteri / Lo sfogo della rifugiata ucraina scappata con l’uomo che l’aveva accolta: “Non sono una sfasciafamiglie”
Esteri / Guerra in Ucraina, forze russe avanzano a est: “Sfondate difese ucraine nel Luhansk”. USA, stop all'esenzione: più vicino il default russo