Egitto, esplode autobus turistico al Cairo: 4 morti e decine di feriti

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 29 Dic. 2018 alle 10:20 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:56
0
Immagine di copertina

Il 28 dicembre 2018, secondo quanto riferito da Sky News Arabia, un autobus turistico è esploso vicino al Cairo, in Egitto.

L’incidente è avvenuto nei pressi delle Piramidi di Giza e quattro persone hanno perso la vita, mentre altre 10 sono rimaste ferite: oltre a due turisti originari del Vietnam, sono rimasti uccisi anche un terzo turista e una guida turistica egiziana, morti successivamente in ospedale per le ferite subite.

Il ministero dell’Interno aveva subito dichiarato che il bus trasportava turisti vietnamiti e che tra i feriti c’erano anche l’autista egiziano del mezzo e una guida turistica.

Nella mattina del 29 dicembre le forze di sicurezza egiziane hanno dichiarato di aver ucciso 40 presunti terroristi in una serie di raid portati avanti durante la notte dopo l’attentato alle piramidi di Giza.

Le informazioni sulle operazioni di polizia sono state rese note dal ministero dell’Interno che ha anche diffuso le foto di alcuni dei terroristi uccisi.

I raid sono stati condotti nell’area di Giza, a ovest del Cairo, e nella penisola nord-orientale del Sinai in cui si registra una forte la presenza di miliziani jihadisti. Le forze di sicurezza egiziane hanno recuperato molte armi in possesso dei presunti terroristi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.