Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

L’esercito iracheno ha riconquistato importanti edifici governativi a Mosul

Gli attacchi condotti in quest'area della città hanno permesso di ottenere il controllo della Banca centrale e della corte di giustizia del sedicente Stato Islamico

Di TPI
Pubblicato il 7 Mar. 2017 alle 09:50 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:57
0
Immagine di copertina

Le forze irachene hanno riconquistato il 7 marzo 2017 la sede principale della Banca centrale a Mosul. L’edificio era stato preso dal sedicente Stato Islamico nel 2014 quando aveva ottenuto il controllo della città. La notizia è stata diffusa da un portavoce dei militari. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Nei combattimenti per strappare la città dalle mani dall’Isis, l’esercito iracheno ha ripreso anche un altro edificio nel quale i jihadisti avevano basato la loro principale corte di giustizia, secondo quanto riferito dal tenente colonnello Abdel Amir al-Mohammadawi. La banca e la corte di giustizia si trovano nella stessa area che i militari hanno attaccato nella notte tre il 6 e il 7 marzo 2017.

La corte è nota per aver deciso alcune condanne a morte con la lapidazione o con il lancio dai tetti degli edifici e per aver ordinato l’amputazione delle mani di alcune persone considerate colpevoli. 

L’attacco nel governatorato di Niniveh ha permesso la liberazione anche del principale edificio governativo della città dove sono stati uccise decine di miliziani dell’Isis. Il controllo di questo sito aiuterà l’esercito a riconquistare la parte vecchia della città, luogo simbolo per ristabilire l’autorità governativa su Mosul.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.