Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

L’esercito iracheno punta ad allontanare l’Isis da Mosul entro aprile

L'offensiva per il controllo di Mosul ovest, in Iraq, è iniziata a febbraio e coinvolge circa 100mila soldati

Di TPI
Pubblicato il 9 Mar. 2017 alle 16:01 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:57
0
Immagine di copertina

L’esercito iracheno punta ad allontanare il sedicente Stato Islamico da Mosul ovest entro un mese. A dirlo è il capo del Servizio antiterrorismo iracheno. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Le forze di Baghdad, durante l’avanzata, stanno trovando una strenua resistenza dei militanti dell’Isis che ricorrono all’utilizzo di autobombe, kamikaze e cecchini per difendere la loro ultima roccaforte in Iraq. 

L’operazione per riconquistare la zona est della città, lanciata a ottobre con il supporto della coalizione guidata dagli Stati Uniti, è durata più di tre mesi. L’offensiva per il controllo di Mosul ovest è iniziata a febbraio. 

“Nonostante i duri combattimenti stiamo continuando con l’obiettivo di concludere la battaglia per la zona ovest della città entro un mese”, ha detto il generale Talib Shaghati.

L’esercito iracheno sta impiegando circa 100mila uomini, molti più delle poche migliaia di militanti che combattono ancora a Mosul. 

Le forze di Baghdad hanno riconquistato giovedì 9 marzo i distretti di Moalimin e Silo, secondo quanto riportato dal generale Abdul Ameer Rasheed Yarallah.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.