Covid ultime 24h
casi +16.168
deceduti +469
tamponi +334.766
terapie intensive -36

Il bordello di lusso del Nevada

Negli ultimi anni numerosi bordelli del Nevada hanno chiuso per fallimento. Il ranch Sheri’s, però, non risente della crisi, grazie all'offerta di esperienze stravaganti

Di TPI
Pubblicato il 3 Giu. 2015 alle 11:29 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:02
0
Immagine di copertina

In un ranch del Nevada, negli Stati Uniti, ogni due settimane un gruppo di donne si incontra per discutere di sex toys, imparare a usare le corde per pratiche masochistiche, o trovare nuovi modi per regalare al proprio cliente “un’esperienza completa”.

Si tratta di vere e proprie conferenze sul sesso, per le professioniste del settore, e sono famose in tutto il mondo.

I workshop generalmente sono frequentati da circa una settantina di donne, che arrivano non solo dal resto degli Stati Uniti ma anche dalla Germania, dal Sud Africa, dalla Tailandia e dalle isole Fiji.

Il ranch Sheri’s, nella cittadina di Pahrump, è considerato una scuola d’eccellenza per chi lavora nell’industria del sesso.

Negli ultimi anni numerosi bordelli del Nevada hanno cessato l’attività per fallimento. Nel 1985 c’erano 34 case chiuse con regolare licenza, mentre oggi sono solo 19. Secondo George Flint, lobbista americano esperto del settore, il calo è legato alla recessione e alla vicinanza di Los Angeles, il regno delle escort.

Il ranch Sheri’s, però, non risente della crisi e continua a essere tra i bordelli più frequentati, anche da uomini d’affari e clienti prestigiosi. Ristrutturato nel 2001 da un’ex detective della squadra omicidi di Chicago, lo Sheri’s ospita anche un hotel di lusso e un ristorante.

Il segreto del successo è l’innovazione e la stravaganza: allo Sheri’s si può essere rinchiusi nelle gabbie, ricevere un massaggio nuru giapponese, fare giochi di ruolo e fingere una relazione tra boss e segretaria, o farsi sculacciare con un righello. Ci sono offerte speciali anche per lesbiche e amanti dei rapporti a tre.

Una ragazza australiana che lavora nel bordello, Emma, dice che lo Sheri’s è di gran lunga migliore rispetto alle case chiuse australiane: “In Australia, le persone vengono solo in pausa pranzo, per 20 minuti, e poi vanno via. Non riusciamo nemmeno a conoscerli”, dice Emma in un’intervista con The Guardian.

Nel bordello del Nevada, invece, le ragazze preparano l’incontro e parlano per mesi con i potenziali clienti. A volte gli uomini mandano delle vere e proprie sceneggiature anticipate, che le escort devono imparare a memoria e recitare durante gli incontri. Alcuni spediscono anche i costumi che vogliono vedere indossati dalle donne.

Il bordello è un punto di riferimento anche per molti principianti. Un signore di 58 anni, ancora vergine, lo visitò alcuni anni fa e scrisse un articolo sulla sua esperienza. Da allora, è diventato un cliente regolare.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.