Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Energoatom: “Mosca vuole staccare Zaporizhzhia dalla rete ucraina”

Immagine di copertina

L’esercito russo avrebbe disegnato un piano per staccare la centrale nucleare di Zaporizhzhia dal circuito energetico ucraino in caso di guasti sulla rete dovuti alle azioni militari in corso, secondo quanto riportato dal Guardian. Il direttore della compagnia statale Energoatom Petro Kotin ha espresso le sue preoccupazioni riguardo le intenzioni della Russia di bombardare volontariamente la rete per applicare il piano lasciando cosi l’Ucraina senza la più grande centrale nucleare d’Europa.

Sotto controllo russo da marzo, Zaporizhzhia è rimasta connessa al circuito ucraino solo da due delle sette linee di trasmissione iniziali, sempre secondo il Guardian. Secondo l’agenzia russa Tass la Russia aveva annunciato già a inizio mese misure di sicurezza, accusando i servizi ucraini di sabotaggio delle linee d trasmissione.

Il rischio maggiore sarebbe che spegnendo l’impianto, necessario per staccarlo dalla rete, venisse a mancare la corrente per il sistema di raffreddamento, ha spiegato Kotin. In sostituzione ci sarebbe un generatore alimentato a diesel, ma in caso di malfunzionamento il raffreddamento potrebbe essere interrotto e dopo 90 minuti arrecherebbe danni enormi ai reattori.

Novemila lavoratori continuano a far funzionare la centrale sotto le condizioni di militarizzazione da parte dell’esercito russo. Almeno duecento sono stati detenuti e un mese fa uno di loro è stato ucciso, secondo il sindaco della città vicina alla centrale.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Liberato Baquer Namazi, ex responsabile Unicef detenuto in Iran insieme al figlio
Esteri / Lo stop del Cremlino al leader ceceno Kadyrov sull’uso dell’atomica: “Valutazioni obiettive ed equilibrate”
Esteri / Shock anafilattico dopo aver mangiato un burrito: i camerieri si rifiutano di chiamare i soccorsi e lui muore
Ti potrebbe interessare
Esteri / Liberato Baquer Namazi, ex responsabile Unicef detenuto in Iran insieme al figlio
Esteri / Lo stop del Cremlino al leader ceceno Kadyrov sull’uso dell’atomica: “Valutazioni obiettive ed equilibrate”
Esteri / Shock anafilattico dopo aver mangiato un burrito: i camerieri si rifiutano di chiamare i soccorsi e lui muore
Esteri / Quando Biden diceva: “Annettere alla Nato gli Stati Baltici sarebbe un errore”
Esteri / Perché la ragazza italiana Alessia Piperno è stata arrestata in Iran: il motivo del fermo
Esteri / Chi è Alessia Piperno, la travel blogger italiana arrestata in Iran
Esteri / Risposta Usa alle minacce nucleari russe: "Putin potrebbe prendere decisione irresponsabile"
Esteri / “In caso di attacco nucleare risponderemmo eliminando ogni forza russa in Ucraina”
Esteri / Burkina Faso: secondo golpe militare in un anno
Esteri / Proteste in Iran, Ong: “Uccise 92 persone”. Manifestanti rinchiusi nella Sharif University dalla polizia