Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:22
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Elezioni comunali in Ungheria: Orban perde Budapest e altre città

Immagine di copertina

Clamorosa sconfitta per il premier sovranista e per il suo partito Fidesz

Elezioni comunali in Ungheria: Orban perde Budapest e altre città

Clamoroso risultato alle elezioni comunali che si sono tenute in Ungheria con il premier Viktor Orban che ha perso la capitale Budapest e anche altre città.

A rivelarlo è stato l’Ufficio elettorale nazionale che nella notte tra domenica 13 e lunedì 14 ottobre ha svelato i risultati che, seppur parziali, rappresentavano comunque l’81 per cento delle schede scrutinate: numeri, dunque, molto vicini a quelli definitivi.

Le elezioni comunali ungheresi, la cui affluenza si aggira intorno al 50 per cento degli aventi diritto, hanno inflitto una sconfitta clamorosa al premier sovranista Viktor Orban (qui il suo profilo), che perde in più della metà delle città in cui si è votato.

A far rumore più di tutte, però, è la capitale Budapest, che passa a Gergely Karacsony, Il candidato dei partiti uniti dell’opposizione ha ottenuto il 50,62 per cento dei voti, mentre il candidato di Fidesz, il partito di Orban nonché sindaco uscente Istvan Tarlos ha preso il 44,29 per cento.

A Budapest, così come in altre città, le opposizioni, dalla sinistra ecologista all’ultradestra di Jobbik, si sono unite per far fronte comune contro il premier ungherese, che ha incassato, così, una sonora sconfitta.

Viktor Orban non ha ancora commentato i risultati delle elezioni comunali in Ungheria: tuttavia, nonostante i risultati poco incoraggianti, il suo partito, Fidesz, resta ancora saldamente maggioritario in tutto il resto del paese.

Ungheria, come muore la libertà di stampa al centro dell’Europa. Il reportage di TPI
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il G7 annuncia un prestito da 50 miliardi di dollari all’Ucraina ma l’Europa (e l’Italia) rischia di restare con il cerino in mano
Esteri / Il piano di pace di Putin: "Kiev si ritiri da 4 regioni e rinunci ad aderire alla Nato". Secco no da Usa e Stoltenberg
Esteri / L’incredibile storia dell’ospite indesiderato del New Yorker Hotel
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il G7 annuncia un prestito da 50 miliardi di dollari all’Ucraina ma l’Europa (e l’Italia) rischia di restare con il cerino in mano
Esteri / Il piano di pace di Putin: "Kiev si ritiri da 4 regioni e rinunci ad aderire alla Nato". Secco no da Usa e Stoltenberg
Esteri / L’incredibile storia dell’ospite indesiderato del New Yorker Hotel
Esteri / Da Gaza a Taiwan, Francesco Maringiò a TPI: “Vi spiego com’è il mondo visto dalla Cina”
Esteri / Reportage TPI: Belfast è lo specchio del conflitto in Medio Oriente
Esteri / L’eterno conflitto tra Israele e Palestina in Medio Oriente
Esteri / Nessuno vuole davvero scaricare Putin: il sospetto di Zelensky che spaventa gli Usa
Esteri / La macchina da guerra dell’intelligenza artificiale che ha aiutato Israele a distruggere Gaza
Esteri / Ilaria Salis è libera, tolto il braccialetto elettronico
Esteri / Gaza: 37.266 vittime dal 7 ottobre. Msf: "7 morti, compresi 3 bambini, in un raid di Israele nel nord di Gaza". Hamas: due ostaggi uccisi in un attacco aereo israeliano a Rafah. Usa sanzionano un gruppo di estrema destra in Israele. Libano, raid dell’Idf: “1 morto e 7 civili feriti”. Il premier libanese Mikati: "Attacco terroristico". Hezbollah lancia razzi sul nord dello Stato ebraico. Media: "Idf propongono di rinunciare a Rafah e concentrarsi sul Libano"