Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

11mila turisti russi sono rientrati in Russia

Immagine di copertina

Ci vorranno due settimane per far rientrare tutte le 78mila persone provenienti dalla Russia e bloccate a Sharm el-Sheikh

Circa 11mila turisti russi, parte dei 78mila bloccati a Sharm el-Sheikh dopo l’attentato di sabato 31 ottobre, sarebbero rientrati in Russia. A farlo sapere è governo russo che, sabato 7 novembre, aveva annunciato di voler mandare 44 aerei passeggeri per consentire il rientro in Russia dei turisti bloccati nella località turistica di Sharm el-Sheikh.

Nella mattina di lunedì 9 novembre, il vicepresidente dell’Associazione delle agenzie di viaggio russe, Dmitry Gorin, ha dichiarato che il numero dei turisti rimpatriati salirà a 23mila entro la metà della giornata di lunedì 9.

Il vice primo ministro della Russia ha fatto sapere che ci vorranno due settimane per riportare a casa tutti cittadini russi in Egitto.

Venerdì 6 ottobre la Russia aveva sospeso tutti i voli per l’Egitto per motivi di sicurezza, nonostante avesse inizialmente rigettato la tesi della bomba a bordo, sostenendo che era troppo presto per definire chiaramente cosa avesse fatto cadere l’Airbus 321 nel nord del Sinai.

I russi compongono circa un terzo dei turisti stranieri in Egitto. Nel 2014, circa 3 milioni di russi avevano visitato le principali località turistiche egiziane.

Domenica 8 novembre alcune fonti investigative statunitensi hanno fatto sapere che è salita al 90 per cento la probabilità che sia stata l’esplosione di una bomba a bordo a far precipitare l’aereo della compagnia Metrojet sulla penisola del Sinai.

– Leggi anche: Un po’ di chiarezza sull’aereo precipitato nel Sinai

Ti potrebbe interessare
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio