Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

11mila turisti russi sono rientrati in Russia

Immagine di copertina

Ci vorranno due settimane per far rientrare tutte le 78mila persone provenienti dalla Russia e bloccate a Sharm el-Sheikh

Circa 11mila turisti russi, parte dei 78mila bloccati a Sharm el-Sheikh dopo l’attentato di sabato 31 ottobre, sarebbero rientrati in Russia. A farlo sapere è governo russo che, sabato 7 novembre, aveva annunciato di voler mandare 44 aerei passeggeri per consentire il rientro in Russia dei turisti bloccati nella località turistica di Sharm el-Sheikh.

Nella mattina di lunedì 9 novembre, il vicepresidente dell’Associazione delle agenzie di viaggio russe, Dmitry Gorin, ha dichiarato che il numero dei turisti rimpatriati salirà a 23mila entro la metà della giornata di lunedì 9.

Il vice primo ministro della Russia ha fatto sapere che ci vorranno due settimane per riportare a casa tutti cittadini russi in Egitto.

Venerdì 6 ottobre la Russia aveva sospeso tutti i voli per l’Egitto per motivi di sicurezza, nonostante avesse inizialmente rigettato la tesi della bomba a bordo, sostenendo che era troppo presto per definire chiaramente cosa avesse fatto cadere l’Airbus 321 nel nord del Sinai.

I russi compongono circa un terzo dei turisti stranieri in Egitto. Nel 2014, circa 3 milioni di russi avevano visitato le principali località turistiche egiziane.

Domenica 8 novembre alcune fonti investigative statunitensi hanno fatto sapere che è salita al 90 per cento la probabilità che sia stata l’esplosione di una bomba a bordo a far precipitare l’aereo della compagnia Metrojet sulla penisola del Sinai.

– Leggi anche: Un po’ di chiarezza sull’aereo precipitato nel Sinai

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte