Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 07:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Egitto, almeno 50 poliziotti sono morti in uno scontro a fuoco con i terroristi di Hasm

Immagine di copertina
AFP PHOTO / KHALED DESOUKI

Un convoglio delle forze di polizia è caduto in un'imboscata tesa nella parte occidentale del paese, vicino all’oasi di Bahariya. Secondo fonti del ministero dell’Interno egiziano sono deceduti 52 poliziotti

Oltre 50 poliziotti sono morti in Egitto durante uno scontro a fuoco con gruppi terroristici armati. Un convoglio delle forze di polizia è caduto in un’imboscata tesa dai terroristi di Hasm nella parte occidentale del paese, vicino all’oasi di Bahariya, nota come il deserto bianco.

Secondo fonti del ministero dell’Interno egiziano citate da Al Jazeera, sono deceduti 52 poliziotti e altri 32 sono rimasti feriti. Lo scontro a fuoco è avvenuto con i terroristi del gruppo Hasm nella nel governatorato di Giza.

La stessa fonte rivela che la maggior parte delle vittime sarebbero ufficiali.

La sparatoria si è scatenata quando le forze di sicurezza hanno cercato di scovare i terroristi in un loro nascondiglio. Ma secondo alcune fonti locali, sembrerebbe che i terroristi fossero stati informati sui movimenti degli agenti ed abbiano preparato con cura l’imboscata.

I mezzi delle forze di polizia si trovavano in un punto dove la strada è circondata da piccole alture e questo – secondo alcune ricostruzioni – avrebbe favorito il tiro.

A rivendicare l’attacco è stato il gruppo di terroristi islamici Hasm. In un comunicato diffuso su internet – e in contrasto con i dati diffuso dal ministero dell’Interno egiziano – la formazione considerata dal governo vicina alla Fratellanza musulmana ha dichiarato che il numero degli ufficiali morti è 56 e altri 32 sono rimasti feriti.

Hasm sostiene che “i mujahedin sono rientrati alle loro basi indenni e senza alcuna perdita”. “Nell’attacco è stato usato ogni tipo di arma”, si legge nel comunicato. Probabile che abbiano impiegato mitragliatrici leggere, lanciarazzi RPG e persino mortai.

Dopo la deposizione del presidente Mohamed Morsi, sostenuto dai Fratelli musulmani, in Egitto sono nati molti piccoli gruppi terroristi di matrice islamica, che hanno compiuto decine di attentati contro militari ed agenti di polizia.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Esclusivo TPI – Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Ti potrebbe interessare
Esteri / Esclusivo TPI – Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”