Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Quando il taglio di capelli è l’unica differenza tra un bambino bianco e uno nero

Immagine di copertina

Jaxon Rosebush e Reddy Weldon frequentano la stessa classe e pensano che l'unica differenza tra loro due sia il taglio di capelli e non il colore della pelle

Jaxon Rosebush e Reddy Weldon sono amici per la pelle. Il primo ha cinque anni e il secondo quattro. Frequentano la stessa classe e giocano spesso insieme. I due bambini sono diventati, a loro insaputa, i protagonisti di questa bellissima storia. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Tutto è nato da un taglio di capelli. Un giorno Jaxon ha chiesto a sua madre Lydia Rosebush di accompagnarlo dal barbiere per tagliarsi i capelli e poter assomigliare al suo amico del cuore Reddy. Quando la donna ha domandato al figlio il motivo, Jax ha risposto candidamente così: “Voglio andare a scuola lunedì con lo stesso taglio di Reddy perché così la maestra non ci riconosce visto che siamo uguali”. 

In tutta questa vicenda emerge un piccolo particolare. Jaxon è bianco mentre Reddy è un bambino nero originario del Congo, figlio adottivo di una coppia americana. Ma il colore della pelle per loro non conta. L’unico elemento che li contraddistingue non è certamente il colore della pelle, bensì il taglio di capelli. 

Colpita dall’accaduto, la madre di Jaxon ha voluto raccontare questa storia in un lungo post su Facebook, che è stato condiviso da migliaia di persone. La loro storia ha fatto in poche ore il giro del mondo. 

Network locali e internazionali hanno riportato la storia di Jaxon e Reddy che vivono entrambi a Louisville, nello stato americano del Kentucky. “Jaxon non vedeva l’ora di andare a scuola lunedì con i capelli come Reddy, per far sì che la sua insegnante non potesse più distinguerli”, ha raccontato la mamma. 

“È davvero bello vedere che accadono anche queste cose”, ha raccontato Kevin Weldon che insieme a sua moglie Debbie hanno adottato Reddy e suo fratello Enock in Africa quando avevano rispettivamente 2 e 4 anni. “C’è un’innocenza nei bambini che gli adulti il più delle volte perdono. Se potessimo averne ancora un po’, sarebbe fantastico”. 

(Qui sotto il post di Lydia Rosebush che racconta la storia in un post su Facebook)

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Washington, uomo si schianta con auto in fiamme contro il cancello di Capitol Hill
Esteri / Dopo Rushdie, minacce di morte anche alla scrittrice J.K. Rowling: “La prossima sarai tu”
Esteri / Gerusalemme, attacco contro un bus: almeno otto feriti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Washington, uomo si schianta con auto in fiamme contro il cancello di Capitol Hill
Esteri / Dopo Rushdie, minacce di morte anche alla scrittrice J.K. Rowling: “La prossima sarai tu”
Esteri / Gerusalemme, attacco contro un bus: almeno otto feriti
Esteri / Montenegro, spara sulla folla e fa 11 morti
Esteri / Trump indagato dall’Fbi per spionaggio: “Trovate 20 scatole di documenti top secret”
Esteri / Lo scrittore Salman Rushdie è stato accoltellato a New York: “Rischia di perdere un occhio”
Esteri / Formentera, incendio distrugge il superyacht da 25 milioni di euro a pochi metri dalla spiaggia | VIDEO
Esteri / Troppe cause per rischio tumori: dal 2023 Johnson & Johnson non venderà più borotalco
Esteri / Costa Azzurra, ombrelloni e lettini soltanto ai bianchi. Stabilimenti accusati di razzismo
Esteri / Usa, l’attrice Anne Heche è cerebralmente morta, la famiglia: “Staccheremo la spina e doneremo gli organi”