Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Donna scrive all’amante: “Facciamo l’amore sul sangue di mio marito”. Poi i due uccidono l’uomo

Immagine di copertina

Le perversioni di una donna, che, insieme all'amante, ha assassinato il coniuge, il quale si era rifiutato di concederle il divorzio

Donna scrive all’amante le sue perversioni: poi, insieme, uccidono il marito

Una donna ha scritto su WhatsApp all’amante le sue perversioni e fantasie: poi uccidono il marito.

La verità shock è emersa durante il processo a carico di Angela Taylor, 53 anni, e Paul Cannon, 54 anni, alla sbarra con l’accusa di aver assassinato il marito della donna, il 69enne William Taylor.

I fatti risalgono al giugno 2018. Secondo quanto ricostruito da alcuni quotidiani inglesi, i due amanti hanno iniziato a pianificare il delitto dopo che William si era rifiutato di concedere il divorzio ad Angela.

Quarantotto ore prima che l’uomo morisse, i due si sono scambiati diversi messaggi scabrosi su WhatsApp. I due, infatti, hanno fantasticato in più di una conversazione di fare l’amore sotto la doccia, mentre il sangue del marito ucciso scorreva nel canale di scolo.

Ma hanno anche immaginato di legare a una sedia l’uomo per poi fare l’amore davanti a lui.

Cannon si è giustificato affermando che si trattava solo di battute, anche se di natura estrema.

Sta di fatto che, 48 ore dopo lo scambio dei messaggi perversi, Taylor è scomparso. L’uomo, di cui si sono perse le tracce nei primi di giugno, è stato ritrovato morto 8 mesi dopo, nel febbraio del 2019.

Il cadavere era in avanzato stato di decomposizione e per riconoscerlo è stata necessaria l’identificazione dentale. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, l’uomo è stato legato e poi ucciso probabilmente dopo atroci torture.

I due amanti hanno sempre negato qualsiasi responsabilità, mentre gli inquirenti sono convinti che i due abbiano pagato un sicario per liberarsi dell’uomo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”
Esteri / La Corte europea dei diritti dell’uomo: il green pass “non viola i diritti umani”
Esteri / Incendio in Spagna: migliaia di persone in fuga dalle fiamme vicino alla Costa del Sol
Esteri / Patrick Zaki, prima udienza del processo a suo carico