Si è dimesso il capo della Gendarmeria Vaticana Domenico Giani

Di Laura Melissari
Pubblicato il 14 Ott. 2019 alle 15:40
1
Immagine di copertina

Si è dimesso il capo della Gendarmeria Vaticana Domenico Giani

Il capo della Gendarmeria vaticana, Domenico Giani, si è dimesso. Il caso è scoppiato dopo una fuga di notizie dal Vaticano su un provvedimento segnaletico con foto, nomi e cognomi di cinque impiegati sospettati dai magistrati della Santa Sede di irregolarità finanziarie. I cinque non risultano ancora indagati e non sono neanche a conoscenza dei presunti reati a loro carico. Il documento che ha innescato il caso portava la firma dello stesso Giani. Lo stesso pontefice, Papa Francesco, aveva chiesto spiegazioni sulla vicenda al capo della Gendarmeria.

La fuga di notizie sui cinque impiegati è legata allo scontro tra lo Ior e la Segreteria di Stato.

Domenico Giani lavora al Vaticano da moltissimi anni. È arrivato al vertice della Gendarmeria alla fine del pontificato di Giovanni Paolo II, negli anni precedenti al 2005. È rimasto in carica sotto Benedetto XVI e Francesco.

Giani è molto vicino a papa Francesco, e si occupa in prima persona dei piani di sicurezza del pontefice quando è in viaggio.

La situazione in Vaticano è molto tesa da giorni.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.