Covid ultime 24h
casi +19.886
deceduti +308
tamponi +353.704
terapie intensive +11

Brucia una copia del corano, incriminato per blasfemia in Danimarca

Nel paese è la prima volta dal 1971 che qualcuno è rinviato a giudizio per aver “irriso pubblicamente la dottrina o il culto di una comunità religiosa”

Di TPI
Pubblicato il 23 Feb. 2017 alle 12:45 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 18:57
0
Immagine di copertina

Un uomo di 42 anni è stato incriminato per blasfemia nel nord della Danimarca, colpevole di avere dato alle fiamme una copia del Corano e postato il video del gesto su Facebook.

Lo ha reso noto un procuratore danese, Jan Reckendorff, precisando che nel paese è la prima volta dal 1971 che qualcuno è rinviato a giudizio per aver “irriso pubblicamente la dottrina o il culto di una comunità religiosa”. Il reato in Danimarca è punibile con pene fino a quattro mesi di reclusione o con una ammenda.

L’uomo, le cui generalità non sono state diffuse, ha bruciato la copia del Corano nel suo cortile, riprendendo l’azione in un video che hai poi postato il 27 dicembre del 2015 in una pagina Facebook anti-islamica. La data del processo non è stata ancora fissata.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.** 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.